Skincare routine: i gesti e i prodotti necessari per avere una pelle del viso sana e bella

Pulizia, idratazione, protezione, scrub e struccaggio: tutto ciò di cui la nostra pelle ha bisogno.


Oggi parliamo di pelle e in particolare della routine viso che dovremmo rispettare per avere una carnagione splendida e soprattutto sana.
Perché se un make-up ben fatto può valorizzare i nostri pregi e nascondere i piccoli difetti, il primo passo per avere una bella pelle è la sua cura.

Spesso gesti maldestri e abitudini sbagliate portano la nostra pelle a “soffrire in silenzio”. Riconsiderando e rivoluzionando (se necessario) le nostre azioni giornaliere possiamo dare una svolta decisiva e positiva alla nostra pelle.

Pulizia e detersione

Lavare la pelle del viso è il primo gesto per prendersene cura.
Che utilizziate un detergente o una saponetta (meglio se vegetale), prima di strofinare, assicuratevi di bagnare abbondantemente la pelle: questo servirà a rendere più facile la diffusione del prodotto. Quando risciacquate regolate l’acqua su una temperatura media. Se l’acqua è troppo fredda, i pori si chiuderanno velocemente e non verranno puliti in profondità. Se utilizzate acqua troppo calda, potrebbe seccarvi la pelle.

Un errore comune è utilizzare troppo prodotto. Spesso crediamo di aver bisogno di tanta schiuma per ottenere un viso pulito, ma un detergente non deve necessariamente essere schiumoso per essere efficace. Una quantità minima di prodotto è sufficiente per ottenere un risultato di detersione ottimale. Se vogliamo pulire ancora più a fondo la pelle del nostro viso possiamo utilizzare un dischetto in silicone (invenzione made in Japan, lo vedete nella foto qui sotto), che con i suoi piccoli dentini riesce a pulire in profondità i pori con un leggero effetto scrub.

Maschere, scrub e saunette facciali

Ogni tanto, oltre alla solita pulizia quotidiana, la pelle di viso, collo (e decolletè) ha bisogno di qualcosa in più, qualunque sia il vostro tipo di pelle.
Prima di tutto almeno una volta a settimana (generalmente di mattina) è consigliato effettuare un leggero scrub.
Questo permetterà di eliminare eventuali pellicine e cellule morte, liberando i pori e lisciando la grana della pelle, che risulterà più morbida e luminosa.

Importanti sono anche le maschere. Ne esistono di tante varietà diverse (già pronte, da mescolare con acqua, effetto freddo, effetto caldo ecc.) e per ogni tipologia di pelle (secca, grassa, mista, sensibile, ispessita, ecc.). L’importante è scegliere quella più adatta alla necessità della propria pelle in quel dato momento. Non è detto che una maschera super idratante vada sempre bene per chi ha una pelle secca o che una maschera all’argilla purificante sia l’ideale per una pelle mista.
Dobbiamo imparare a sentire la nostra pelle e a capire ciò di cui ha bisogno.

Una volta al mese, se possibile, sarebbe ideale effettuare una saunetta facciale, che permetterà alla pelle del vostro viso di purificarsi in modo semplice e naturale: basta infatti far bollire un bel po’ d’acqua in una pentola, aggiungere qualche goccia di olio essenziale (o una fumantina di Lush) e armarsi di un asciugamano da poggiare sulla nuca fino a coprire la pentola per permettere al vapore caldo di penetrare a fondo nei pori. Questo è un vecchio rimedio della nonna per ritrovare la bellezza perduta (a causa di stress e litigate col fidanzato) ed eliminare tutte le tossine accumulate (attraverso cibo, smog, trucco).

Idratazione

Tasto dolente. Quante volte a causa del poco tempo a disposizione trascuriamo questo importante passaggio? Eppure è un gesto fondamentale per la nostra pelle, per tutti i tipi di pelle.
Molte donne, ad esempio, pensano che avendo una pelle tendenzialmente grassa, non sia necessario idratarla. Niente di più sbagliato! L’accortezza, semmai, sta nella scelta della crema ad hoc per ogni tipo di pelle. In questo caso, magari, optare per formule oil-free e con agenti mattificanti.
Una crema idratante (che non c’entra nulla con i primer viso ricchi di siliconi che occludono i pori) crea una sorta di protezione sulla cute: dagli agenti atmosferici, cambi repentini di temperatura, smog, trucco. Perciò è necessario, anzi obbligatorio, applicarla prima di utilizzare un fondotinta.

A partire da questo periodo dell’anno e fino all’autunno è consigliato l’uso di una crema viso con SPF medio alto (20-30-40) per proteggere la pelle dai danni causati dai raggi UVA e UVB, anche se ancora non si va al mare. Perché il sole è dappertutto, mica solo in spiaggia!

Struccaggio

Non importa a che ora siamo tornate a casa o quanto siamo stanche. Andare a dormire con il trucco è deleterio per la nostra pelle e rende nulle tutte le accortezze che abbiamo avuto durante il giorno.
Perciò resistete alla tentazione di saltare sul letto con addosso il fantastico make-up che avete realizzato per la serata e prendete dischetti e struccante.

Iniziate con gli occhi: un batuffolo di cotone umido e aggiungete lo struccante (evitando quelli a base di silicone – cyclopentasiloxane è la denominazione classica sull’Inci – e preferendo quelli a base di oli vegetali).
Premete delicatamente sulla palpebra per circa 10 secondi, poi fate scivolare via con un movimento verso il basso, facendo molta attenzione alle ciglia.

Per liberarvi completamente del trucco sul viso, basta usare un detergente delicato e successivamente un tonico. Per velocizzare il tutto saltuariamente potete utilizzare anche delle salviette struccanti, ma da sole non bastano a pulire a fondo e ad eliminare tutte le tracce di trucco.
Per essere sicure di aver eliminato completamente il make-up da occhi, viso e collo, potete passarvici sopra un panno in microfibra chiaro (di quelli che si trovano al supermercato per spolverare e lavare) pulito e leggermente inumidito. È una mano santa per la pelle!

Gli errori più comuni

Toccarsi continuamente la pelle del viso. I germi e i batteri che ci circondano, saranno pure invisibili, ma esistono. Toccare oggetti e persone e poi strofinare le mani su viso e occhi non fa altro che aggiungere impurità su impurità. La cosa peggiora se ovviamente siamo soggetti ad acne e brufoli.

Dormire senza essersi struccate o andare in palestra con addosso il trucco. La pelle ha bisogno di respirare e di rigenerarsi. Durante lo sforzo fisico si suda. Questo è un modo naturale per eliminare tossine e sali minerali. Se siamo truccate, il make up fa da barriera e la pelle del viso non ha la possibilità di respirare come dovrebbe.
Questo causa l’accumulo di impurità e il proliferare di germi e batteri che dagli oggetti che abbiamo intorno (considerando poi che la palestra è un luogo pubblico) vengono a contatto con noi e con la nostra pelle. Anche per questo motivo non è sano andare a dormire truccate. La notte è l’unico momento in cui il nostro corpo può riposare veramente, rigenerando le proprie cellule.

Non lavare pennelli e spugne per il trucco. Questi strumenti sono terreno fertile per i batteri. Consiglio di lavarli con acqua e sapone almeno ogni una-due settimane.

Scrub esfolianti aggressivi. “Troppo” non è mai una buona cosa, anzi, a lungo andare potrebbe sabotare la nostra bellezza. Meglio non esagerare con scrub ed esfoliazioni e impariamo a scegliere i prodotti che fanno per noi.

Dormire con una crema solare con SPF. Molti filtri solari contengono molecole di grandi dimensioni progettati per creare una barriera sulla superficie della pelle, che è importantissima durante il giorno, ma può diventare un potenziale occludi-pori mentre dormiamo.

Prev HomeMint di Justin Timberlake lancia un contest per chi ama fotografare la propria casa
Next Ricetta risotto con zucchine e pancetta

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Pinterest