A Bellinzona la mostra “Honoré Daumier: Attualità e Varietà”

Dal 15 settembre 2017 al 7 gennaio 2018.

H Daumier - Avocats et juges avant l'audience - Les Avocats

Honoré Daumier (Marseille 1808 – Valmondois 1879) – Avvocati e giudici, prima dell’udienza (Gli Avvocati), circa 1862 Carboncino, inchiostro di china, acquarello e tempera su carta, foglio: 160 x 216 mm – DR 10609 – Foto Bettina Jacot-Descombes © Musées d’art et d’histoire, Genève, Cabinet d’arts graphique, Ancien dépôt de la Fondation Garengo, 1998, inv. D 1998-0520

I lavori del vignettista francese Honoré Daumier saranno esperiti al Museo Civico di Villa dei Cedri a Bellinzona, nel Canton Ticino in Svizzera, dal 15 settembre 2017 al 7 gennaio 2018. L’esposizione monografica è curata da Matteo Bianchi e Carole Haensler Huguet, conservatore del Museo stesso.

Honoré Daumier, che è vissuto dal 1808 al 1879, con la sua produzione ha fatto satira politica e ha descritto la realtà in maniera distaccata e, con Courbet e Millet, è stato tra i pionieri del Realismo, il movimento culturale erede del Positivismo che si è sviluppato in Francia intorno agli anni Quaranta dell’Ottocento.

Nelle sue stampe Daumier illustrava e commentava la vita difficile dei poveri che spiegano i passi eleganti dei signori dai loro scantinati. Il vignettista francese era un grande divulgatore di idee ed era un giornalista che riusciva a descrivere la realtà con le immagini anziché con le parole.

Nel Museo Civico di Bellinzona saranno esposti numerosi suoi lavori dagli esordi fino alla fine della sua vita: circa 120 litografie e silografie più una trentina di sculture e alcuni disegni e matrici.

Il filo rosso di tutta la mostra è il tema della nascita della stampa satirica. Daumier, infatti, negli anni Trenta dell’Ottocento, aveva prodotto una novantina di litografie per La Caricature, che è stato il primo giornale satirico al mondo, poi chiuso nel 1835. In seguito collaborò con Le Charivari, nato nel 1832 e durato per più di un secolo.

Per tutte le info Tel. 0041.91.8218520 / Fax 0041.91.8218546, museo[at]villacedri.ch , www.villacedri.ch

Prev Byblos Butterfly: la fragranza per le “rockmantiche”
Next Dolci: frutti di bosco per decorare? Ecco qualche trucco

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment