A Cernobbio apre il nuovo Museo di Villa Bernasconi

Esterno di Villa Bernasconi Andrea Butti

Da domenica 26 novembre 2017 apre al pubblico a Cernobbio, sul Lago di Como, il nuovo Museo di Villa Bernasconi, un gioiello Liberty fresco di restauro. La villa si racconta e si apre ai visitatori che potranno scoprire la sua storia e quella delle persone che vi hanno abitato da l 1906 fino a oggi.

Non è un museo nel senso tradizionale del termine, ma un’esperienza di suggestioni e connessioni, guidati dalle #vocidivilla. È un percorso innovativo e interattivo tra contenuti multimediali, oggetti e documenti storici in prestito da collezioni mussali e private. E si possono fare anche esperienze multisensoriali come curiosare nei cassetti, assaggiare qualcosa di dolce o rispondere al telefono. Inoltre Villa Bernasconi è la sede della prima Wikistazione, che è stata realizzata con Wikimedia Italia.

Il concept del museo è quello della “casa che ti parla”, perché è la dimora stessa che guida il visitatore nel percorso mussale attraverso un racconto in prima persona che mette il visitatore al centro della narrazione e lo trasforma in un ospite.

La visita comincia già dall’esterno della Villa, prosegue poi sui due piani nobili lungo un percorso che però non è vincolante per il visitatore, che è così libero di muoversi tra le stanze come in una casa. Al piano rialzato c’è il racconto del contesto storico, artistico e culturale del periodo di edificazione della villa, nei primi del ‘900, durante la Belle Epoque. Al piano superiore viene raccontata la storia di Davide Bernasconi, l’imprenditore primo proprietario della Villa, fondatore dell’azienda Tessiture Bernasconi.

Villa Bernasconi è anche il fulcro del progetto “Liberty Tutti” del Comune di Cernobbio in partenariato con la Cooperativa Sociale Mondovisione, per creare un modello di gestione sostenibile del museo, che valorizzi il coinvolgimento dei giovani. Il progetto comprende installazioni interattive di Sfelab, Olo Creative Farm e Rataplan ed è cofinanziato da Fondazione Cariplo e realizzato con il contributo di Regione Lombardia.

Ci saranno anche numerose iniziative per grandi e bambini e molti eventi a cura di Fata Morgana e rientrano nel progetto “Sotto il Segno del Liberty 2.0”, il contenitore di attività ed esperienze formative, di narrazione ed animazione promosso dal Comune di Cernobbio, in partenariato con il Museo Didattico della Seta di Como e con Fondazione Enaip Lombardia, e che ha ottenuto un finanziamento dal bando Avviso Unico Cultura 2017 di Regione Lombardia.

Villa Bernasconi è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 14 alle 18 e il sabato e la domenica dalle ore 10 alle 18. I biglietti interi costano 8 euro, ridotti 5 euro. Gli under 14 e gli over 75 entrano gratis. Tutte le info su www.villabernasconi.eu.

Foto © Andrea Butti

Prev Black Friday 2017: ecco quali sono stati i prodotti più venduti su Amazon
Next Detroit, Loveless e The Book of Henry, i film da non perdere

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!