Estate in arrivo: novità all’Amazon Open Day e i consigli della consulente nutrizionale

Amazon Open Day per estate 2018

Cosa ci facciamo sospesi nel cielo di Milano, circondati da T-rex e fenicotteri rosa con la musica di Santana che risuona nelle orecchie ? Nessun delirio lisergico: Amazon ha aperto anche a noi non addetti ai lavori il rooftop della sua nuova sede, per l’Amazon Summer Tropical, open day per presentare le novità dell’estate. E il tema dominante della stagione in arrivo, sono i dinosauri che cercano di contendere la scena ai fenicotteri, i quali, pur avendo dominato l’estate 2017 ancora non accennano a salutare.

GonfiabiliTante le idee che accontentano un po’ tutti: chi parte all’avventura e chi con tutti i confort; marinai, montanari, e anche chi resta in città e si accontenta di qualche gita fuori porta; chi condivide tutto sui social e chi ama leggersi un libro in solitudine. Gadget utili, inutili, divertenti. Non dimentichiamo poi gli animali. Sia che viaggino al nostro seguito, sia che restino a casa soli soletti, è imperativo che la loro estate sia confortevole al massimo. E per non sfoggiare nei selfie pancetta e cellulite, attrezzi, tisane e integratori per un’estate da miss, insieme ai saggi consigli di una consulente nutrizionale che Amazon ci ha messo a disposizione in questa giornata.
Vediamo quali saranno i must have o le proposte più originali e utili che ci accompagneranno nei prossimi mesi (e oltre).

Animali domestici

Gadget per gli animali domestici

Visto che dettano ormai l’agenda delle nuove produzioni, cominciamo dagli amici a quattro zampe . Partiamo dal viaggio in auto, con l’amaca coprisedile per cani, e arriviamo a destinazione con un collare GPS servirà a localizzare cani o gatti che potrebbero perdesi facilmente in un ambiente estraneo. Per le ore in spiaggia sotto il sole, dove diamo per scontato che un gatto farà fatica a seguirci, una cuccia a forma di tenda o la bandana rinfrescante per cani. Ma l’Oscar della simpatia e, apparentemente, della vacuità lo diamo al bellissimo giubbotto salvagente per cani a forma di pesce, con tanto di maniglia per strappare Fido alla furia delle onde. Abbiamo detto apparente vacuità perché quella che vuole tutti i cani provetti nuotatori è una fake news. Alcuni sono letteralmente terrorizzati dall’acqua.
E se siamo costretti a lasciarli a casa, un distributore di cibo a distanza, dotato di telecamera e wi fi e collegabile alla app dello smartphone, permetterà di controllare l’erogazione di cibo, vedere se ci hanno distrutto il divano nuovo, e raccontare loro la favola della buonanotte.

Dinosauro mania

Dinosauri mania e tropical mania

Continuiamo parlando di animali e del nuovo trend dell’estate 2018: brachiosauri e stegosauri
danno forma a stampi per torte, biscotti o tramezzini, pen drive o sono riprodotti su borse, borracce. Il temibile Tea Rex campeggia su di una tazza in cui sorseggiare tè verde e tisane anticellulite per la guerra ai cuscinetti.

Beauty on the beach

Gadget da portare in spiaggia

Sole, acqua, relax, Instagram sono imperativi per chi sceglie di fare le vacanze al mare. Se la combinazione acqua-sabbia può essere devastante per i nostri device ecco alcuni utili rimedi tutti impermeabili: per leggere senza rinunciare alla tecnologia, il Kindle Oasis Gold; chiamate, chat, foto sui social sono al sicuro con il portacellulare di Amazon Basic, e per chi ama lo snorkeling, subacquea è la custodia per la GoPro.
Disturbare i vicini con la musica si può, senza timore che ci buttino a mare l’altoparlante: il mini diffusore della Sony è wireless, impermeabile e galleggiante. Rimaniamo in tema di musica: la novità di Amazon, da provare gratis per 30 giorni, è Amazon Music Unlimited, con una library di oltre 50 milioni di brani, da ascoltare da qualsiasi dispositivo anche in modalità offline. E per non rimanere mai disconnesi un caricabatteria e power bank a energia solare da spiaggia.

Lost and found: chi non ha mai passato ore a cercare le chiavi sepolte nella sabbia? Il localizzatore da portachiavi Chipolo e la sua versione da portafoglio a prova di furto, ci diranno sempre dove si trovino (sempre che nel frattempo non ci abbiano fregato anche lo smartphone). Per risparmiare spazio, ci sono il materassino autogonfiante o la tavola gonfiabile da sup (il surf che si pratica stando in piedi sulla tavola e pagaiando). Ci penseranno le isole galleggianti o i materassini da foodie a farci arrivare comunque in spiaggia cariche come la famiglia Fantozzi. D’altra parte sono articoli indispensabili per un’estate su Instagram.
Per mantenere in temperatura le nostre bevande sotto l’ombrellone, senza ritrovarle annacquate, i Rolling Stone, cubetti effetto ghiaccio in pietra naturale di Luserna, riutilizzabili semplicemente lavandoli e mettendoli in freezer. Utilissimi anche per i pic nic di chi resta in città. E per chi è troppo pigro perfino per uscire dall’acqua c’è il frigo galleggiante da piscina.

Dopo il sup, altro sport che spopolerà sulla battigia delle nostre spiagge la prossima estate sarà il paddle, più simile al tennis che ai racchettoni. Per essere di tendenza dovremo quindi aggiungere la racchetta in valigia. Via i vecchi bastoni da selfie. Per i più cool foto e riprese si scattano dall’alto con il drone. Per evitare guai, prima di utilizzare un drone, invitiamo a studiare bene il regolamento Enac che disciplina l’utilizzo di aeromodelli.

Saccopelisti o escursionisti?

Per le giornate en plein air

A volte tutti e due, visto che sia la vacanza all’avventura che quella in montagna spesso comportano qualche necessità di adattamento. La priorità per questo tipo di vacanze è il risparmio di spazio e la possibilità di non dipendere nemmeno dal minimo sindacale delle comodità urbane. Benedette quindi la coperta tascabile, il telo da pic nic impermeabile riducibile alle dimensioni di un cestino dell’asilo, la sacca lava-vestiti Scrubba efficace quasi quanto una lavatrice grazie alla quale si potrà ridurre il numero di ricambi da portarsi dietro. Per essere autonomi nella condizioni più estreme, la radio-torcia a energia solare multifunzione, anche quella di caricabatteria. Per dormire sonni tranquilli, con un cielo di stelle per tetto, una mini-cassaforte a combinazione, che può essere assicurata al polso come una borsetta. E per instagrammare foto di uccelli, stambecchi o bellezze remote, il monocolo per cellulare.

Remise en forme

Remise en forme

Abbiamo atteso fino all’ultimo a parlarne perché sappiamo che è l’aspetto più dolente dell’arrivo dell’estate. Ma è anche quello più urgente, visto che la celerità di Amazon Prime non estende la sua giurisdizione ai chili di troppo. Ecco alcuni utili articoli per fare un po’ di attività fisica per prepararci in forma all’estate e per continuare magari anche in vacanza.

Saltare con la corda fa bruciare tre volte più calorie che correre. In una casa con pochi spazi liberi, in spiaggia con la sabbia, o per chi ha ancora il ricordo delle cadute infantili per colpa dei piedi che si impigliavano nella corda però, non è lo sport ideale. La soluzione a tutto è la corda virtuale wirelss, dotata di contatore di salti, tempo di allenamento, indicatore delle calorie buciate e, ahinoi, anche del nostro peso. Se però siamo particolarmente coordinati e abbiamo uno spazio che ci permetta di saltare alla vecchia maniera, meglio la corda tradizionale con divertenti manici in legno a forma di fenicotteri. E per monitorare l’allenamento smartwatch o smartband multifunzioni.

Saltare e sudare però non basta, si deve curare anche l’alimentazione. In questa giornata Amazon ci ha messo a disposizione i consigli di Emanuela Caorsi (www.emanuelacaorsi.com), consulente in nutrizione olistica, il cui blog ha vinto il premio come Best Healthy Food Blog 2018 ai Cucina Blog Award del Corriere della Sera, e del sito www.letyoushine.it. E noi ne abbiamo approfittato per chiederle qualche dritta.

Ormai sappiamo tutti che le diete drastiche fanno male alla salute, sconvolgono il metabolismo e fanno recuperare i chili persi in poco tempo. Eppure ogni anno in questa stagione diete dai nomi e dalle prescrizioni improbabili, riscuoto grande successo su web e riviste. In alternativa ci si butta sul fai-da-te delle maratone di insalata e bresaola, yogurt e poco d’altro. Puoi darci qualche alternativa sana, magari con obiettivi più realistici, ma che regali comunque soddisfazioni tangibili?
“Diciamo subito che togliere i carboidrati non fa bene. E’ uno shock per il corpo. Anche perché una dieta iperproteica (e spesso ipolipidica – con pochissimi grassi), in cui si abusa di carne, affettati, formaggi light e uova, oltre ad essere già di per sé “tossica” per il nostro corpo, rallenta il transito intestinale contribuendo alla formazione di altre tossine. Oltretutto le proteine, lì per lì ti fanno perdere peso, perché non assumendo più zuccheri, le scorte di glicogeno (pacchetti di glucosio) all’interno dei muscoli vengono a mancare, ed è proprio il glicogeno che fa trattenere acqua. Quindi si perde unicamente acqua e a lungo andare il nostro metabolismo va in tilt e non si dimagrisce più. Cerchiamo piuttosto di mangiare determinati tipi di carboidarati, come i cereali integrali: quinoa, grano saraceno, riso integrale, miglio. Grano saraceno e miglio asciugano. Ma anche lo stesso riso integrale è un’ottima alternativa. Se si vuole mangiare la pasta meglio che sia di grano saraceno piuttosto che di grano tenero che ha il glutine. Il glutine gonfia. Spesso noi donne siamo più gonfie che grasse. Magari non ci occorre perdere tanto peso perché il corpo, sgonfiandosi, si modella. Quello che si può fare a questo proposito, anche in poco tempo e con risultati visibili, è quello che ho fatto fare anche durante un mio detox recente e che ha avuto grandi benefici: una colazione che può essere a base di frutta (io la consiglio cotta perché spesso la frutta cruda fermenta e fa gonfiare la pancia) con dei cereali come ad esempio un porridge di fiocchi d’avena (non i cereali con lo zucchero) oppure uno yogurt vegetale o di capra, più digeribile di quello di mucca. Poi è necessario dissociare gli alimenti. Serve perché si digeriscono più velocemente. Quindi a pranzo un piatto di riso integrale o altri cereali con delle verdure, con poco olio, e a cena magari mangiare una proteina vegetale (io preferisco il tempeh anziché il tofu di cui non sono una gran sostenitrice) oppure del pesce bianco, del salmone, tonno senza esagerare, della carne bianca (rigorosamente bio) se piace. Se la si preferisce, anche della carne rossa ma deve essere biologica. Anche le uova vanno bene. Latticini molto pochi, e freschi come la ricotta. Contorno (che deve costituire i tre quarti del piatto!) con tante belle verdure verdi condite con olio extravergine e se, se piace, dell’avocado. Ammessi anche gli spuntini con una piccola manciata di frutta a guscio se si ha fame. In questo modo già in una settimana ci si sgonfia e i risultati sono duraturi.
Un’altra fissa da eliminare è che si debbano introdurre molte meno calorie di quelle che si consumano. Tanti fanno ore di palestra poi mangiano uno yogurt. Dopo un po’ il metabolismo si blocca perché si abitua a farsi bastare quello che gli viene dato e appena aumentiamo le calorie ingrassiamo”

Dopo aver assolto i carboidrati c’è qualche alimento che consigli assolutamente di evitare a chi si sia messo in testa di perdere peso, sia poco che tanto, prima dell’estate?
“Una cosa che sconsiglio è ovviamente consumare zucchero. Lo zucchero è veramente una delle mie battaglie, uno degli alimenti peggiori. E pollice verso anche a snack, crackers, biscotti, barrette di cereali perchè tutte contengono zucchero. Lo zucchero, lo spiego anche sempre sul mio sito, va a stimolare la produzione di insulina, perché quando c’è tanto glucosio (zucchero) nel corpo, l’insulina deve essere prodotta dal pancreas e il problema è che l’insulina è un ormone che stimola la formazione di grasso. Non per niente in inglese si chiama fat-storage hormone. Fa immagazzinare il grasso, di solito nella pancia. Lo zucchero oltre alla questione antiestetica del grasso, è altamente acidificante e infiammatorio quindi porta alla cellulite e ad altre patologie ben più gravi. Tanti pensano che per la cellulite si debba evitare il sale. Ovviamente se uno esagera col sale un po’ di ritenzione idrica c’è, ma quello che fa venire la cellulite è l’infiammazione. Il glucosio (zucchero) fa trattenere liquidi così come l’insulina. Quindi evitare di consumare i carboidrati semplici e lo zucchero e tutti gli alimenti che li contengono è la vera soluzione per eliminarla”.

Nella galleria trovate i gadget più interessanti che abbiamo visto all’Amazon Open Day.

Prev Cura della pelle d’estate. Ecco come fare a proteggersi dai pericoli del caldo eccessivo
Next Da "Tuo, Simon" a "Lazzaro felice", i film da non perdere a giugno

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment