Apre in Corea del Sud il primo negozio al mondo per la spesa virtuale

Né prodotti fisici, né scaffali: la spesa si fa con schermi LCD e QR code. 

Secondo studi internazionali sulla produttività dei lavoratori, in Corea del Sud si passano più ore sul posto di lavoro rispetto ad altri Paesi. Ciò significa che molti hanno difficoltà a trovare il tempo anche per la più fondamentale delle commissioni, come fare la spesa.

A Seoul, una catena di supermercati coreana ha realizzato un negozio “virtuale” che permette ai consumatori di fare la spesa attraverso gli smartphone. Tutti i ripiani sono schermi LCD. Non ci sono prodotti da osservare, toccare o aprire. Al consumatore rimane solo il compito di scegliere gli oggetti desiderati e recarsi al banco “a spesa finita”, per avere tutte le cose ordinate e confezionate negli appositi sacchetti.

Ma non finisce qui. Il consumatore può anche decidere l’orario in cui preferisce ricevere la spesa, inviando il suo carrello virtuale (indicando ora preferita e indirizzo) a HomePlus che provvederà a fargli recapitare la spesa direttamente a casa. Questo negozio virtuale, creato dalla catena di supermercati HomePlus (la seconda catena più grande della Corea del Sud e filiale della ditta britannica Tesco), si trova all’interno della stazione della metropolitana di Seoul.

Lungo la pista vi sono dei pannelli retroilluminati con centinaia di immagini di prodotti alimentari che riproducono fedelmente i ripiani di un qualsiasi punto vendita della catena: spaghetti istantanei, bevande in bottiglia e grappoli di banane. A ciascuna merce è abbinato un codice QR (quick response code) e per acquistare basta un click.

Questi negozi virtuali sono stati soprannominati “di quarta generazione al dettaglio”, perché adesso i clienti possono utilizzare i loro smartphone per leggere i codici QR attraverso un’applicazione mobile e acquistare i prodotti che desiderano.

I coreani appaiono soddisfatti della novità, ma come in tutte le cose ci sono i pro e i contro: come fanno i clienti a sapere che i prodotti che acquistano sono sempre freschi e di alta qualità? Senza la possibilità di toccare e sentire il prodotto non saranno meno inclini a comprare?

Le nuove tecnologie stanno cambiando le abitudini di acquisto e il modo di interagire. Il successo di questo modello di business è ancora imprevedibile. Certo è che oramai online si compra di tutto e lo shopping online è sempre più praticato. Ma comprereste mai un’insalata o una mela senza averla osservata da vicino? Io probabilmente no…

Prev Ricetta facile e veloce per tortino di patate
Next Utilizzi e benefici dell’olio essenziale di Tea Tree

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment