Pro e contro dell’aria condizionata: i consigli del medico

Pro e contro aria condizionata

Quella con l’aria condizionata è una vera e propria lotta. Negli uffici e nei negozi può diventare davvero insopportabile e in certi casi anche pericolosi. Ecco allora che tornano utili i consigli della dottoressa Camilla Armezzani, osteopata e fisioterapista di Roma che, interpellata da MioDottore, spiega:

“I vantaggi dell’aria condizionata sono il riuscire a creare un ambiente fresco dove poter equilibrare la temperatura corporea senza subire colpi di calore, limitando una eccessiva sudorazione che potrebbe portare a una perdita di sali minerali e liquidi con conseguente stato di affaticamento diffuso, fino ad arrivare anche a possibili episodi sincopatici. Gli svantaggi si hanno quando l’utilizzo aggressivo e non calibrato del condizionatore crea un’ambiente così freddo da non concedere al nostro corpo il tempo di adeguarsi e quindi avere delle reazioni di protezione che si manifestano attraverso contratture muscolari, spesso localizzate nella zona cervicale e dorso-lombare e blocchi articolari acuti”

I disturbi che possono derivare dal getto di aria fredda, ma anche dalla mancata pulizia dei filtri del condizionatore, sono: mal di testa, nausea, contratture muscolari, blocchi articolari acuti, raffreddore e febbre. La dottoressa Armezzani individua cinque regole d’oro per convivere con l’aria condizionata:
1) Impostare la modalità deumidificatore/dry, soprattutto per chi utilizza il condizionatore durante le ore notturne. Questa garantisce aria fresca e priva di umidità, evitando invece il freddo generato dall’impianto in modalità cool.
2) Asciugare il sudore prima di entrare in ambienti con il condizionatore acceso.
3) Se possibile, non posizionarsi direttamente sotto il getto d’aria e cercare di coprire le parti più esposte.
4) Chiudere le finestre per non disperdere il fresco.
5) Pulire i filtri e, ove possibile, recarsi di tanto in tanto in spazi aperti.

Prev Sulle spiagge italiane la Carovana del Cuore: "Ogni uomo è un educatore"
Next Borse O bag per Disney: l'omaggio a Minni

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment