Salute

Baby brain, la scienza conferma: “In gravidanza più distrazione”

Gravidanza - Baby Brain

Gravidanza - Baby Brain

Avete mai sentito parlare di “baby brain”? È quella tendenza a dimenticare le cose, la difficoltà a prestare attenzione che alcune donne avvertono durante la gravidanza. Ebbene ora anche la scienza conferma che questo fenomeno è reale, non è solo una sensazione.

In particolare è stato pubblicato uno studio sul “Medical Journal of Australia” condotto dai ricercatori della Deakin University di Melbourne che ha preso in esame i risultati di altre 20 ricerche precedenti e li ha utilizzati per valutare le funzioni cognitive di 709 donne incinte in confronto a quelle di 521 donne non incinte.

Le donne sono state sottoposte a dei test per misurare la memoria e il funzionamento esecutivo, valutando l’attenzione, l’inibizione, le capacità di decisione e pianificazione.

È emerso che le donne in gravidanza hanno un leggero declino, più evidente nel terzo trimestre, ma che, tuttavia, non è un disturbo che incide concretamente sulla quotidianità e sulle capacità delle donne di portare avanti il proprio lavoro e la propria vita.

Diciamo che quattro donne incinte su cinque si sentono un po’ meno “sveglie” in gravidanza, meno reattive rispetto al solito, ma gli studiosi hanno una spiegazione: le donne in gravidanza hanno una riduzione della materia grigia perché reclutano quelle aree per destinarle ad aree più importanti che sono associale alla crescita dei figli, come per esempio la costruzione di un legame e la cognizione sociale.

Ti potrebbe interessare...

Altro in:Salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *