Biscotti biologici, alimentazione sana fin dalla prima colazione

Biscotti biologici

Secondo l’OMS, Organismo Mondiale della Sanità, un terzo delle malattie cardiovascolari e dei tumori è causato da un’alimentazione poco sana ed equilibrata.

La possibilità di informazione che abbiamo oggi rispetto ai prodotti che troviamo sul mercato ci permette però di ovviare a questo problema ad esempio ponendo maggiore attenzione alla lista degli ingredienti degli alimenti che mettiamo ogni giorno sulla nostra tavola, a partire dalla prima colazione.

In un recente documento, la SINU, Società Italiana di Nutrizione Umana, ha spiegato che al termine del periodo di digiuno notturno, la prima colazione ha innanzitutto la funzione di fornire la disponibilità energetica necessaria per affrontare le attività della mattina e, più in generale, della giornata.
Per un pasto così importante è altrettanto essenziale consumare prodotti genuini come i biscotti biologici https://sorgentenatura.it/c/biscotti.

C’è farina e farina

La prima attenzione nella produzione di biscotti biologici è proprio nella scelta della farina.
Si tende a preferire l’utilizzo delle farine integrali e a scartare la farina raffinata, cosiddetta “bianca”, ossia la farina di grano lavorata a tal punto da essere omogenea, fina, leggera e… poco nutriente.

Durante il processo di raffinazione, infatti, i chicchi di grano vengono macinati in macchinari che li privano del germe e della crusca. Senza il germe la farina risulta essere carente di aminoacidi, acidi grassi, sali minerali e vitamine, invece senza la crusca il chicco perde gran parte delle fibre, elemento essenziale per il corretto funzionamento del nostro organismo, in particolare dell’intestino.

Spesso la farina così ottenuta viene anche sottoposta a un ulteriore processo di sbiancamento tramite l’utilizzo di agenti chimici.

Grano saraceno, il “non cereale” senza glutine

Biscotti bio senza glutine al grano saracenoAlle farine integrali di frumento, farro, orzo o avena, per citarne alcune, spesso nella lista ingredienti dei biscotti bio si aggiunge la farina di grano saraceno.
Il grano saraceno, nonostante il nome, non è un cereale, ma una pianta appartenente alla famiglia delle Poligonacee spesso assimilata ai cereali per le analogie sia nei valori nutrizionali che nell’utilizzo.

La farina di grano saraceno contiene molte proteine e aminoacidi, in quantità maggiore rispetto ai cereali della famiglia delle Graminacee come l’avena o il farro, e vitamine, in particolare del gruppo B, utili per il corretto funzionamento del fegato e del sistema nervoso.

Insieme ad altre farine, come ad esempio quella di riso o di mais, la farina di grano saraceno non contiene glutine ed è quindi adatta a chi soffre di celiachia.

Carboidrati e zuccheri nei biscotti bio

La farina integrale, inoltre, ha un indice glicemico più basso della farina raffinata. Questo significa che gli zuccheri ottenuti dalla scissione dei carboidrati vengono rilasciati nel sangue più lentamente, dando più a lungo la sensazione di sazietà.

Anche lo zucchero presente nei biscotti biologici è differente. Il più utilizzato è lo zucchero di canna proveniente da coltivazione biologica.

A differenza dello zucchero bianco raffinato, lo zucchero di canna integrale è più ricco di sali minerali e vitamine ed è meno calorico: 100g di zucchero di canna integrale apportano circa 356 kcal contro le 392 kcal dello zucchero bianco da barbabietola.

Prev Una giusta causa, la vita di Ruth Bader Ginsburg al cinema
Next Shazam! - Il supereroe più spassoso è arrivato al cinema

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment