Cinema

Black Panther, la Marvel ha trovato il suo Re Leone

Black Panther - Recensione

Black Panther - Recensione

Black Panther è Il Re Leone della Marvel, se a metà anni 90 il cartone animato ambientato in Africa fece scoprire al grande pubblico la bellezza e la profondità della Savana, con T’Challa, il principe sovrano del Wakanda il grande pubblico scoprirà i colori, i valori e la bellezza di un popolo.

T’Challa, alias Black Panther (interpretato da Chadwick Boseman) era già apparso nel 2016 in “Captain America: Civil War”, ma qui scopriamo le sue origini. T’Challa è il principe del Wakanda, un sovrano giusto e amato. Il suo Wakanda è un paese all’avanguardia tecnologico, rimasto isolato da anni. A proteggere T’Challa, le cazzutissime Dora Milaje, le forze speciali del Paese composte solo da donne e capitanate dalla fedelissima Okoye. La spia Nakia che sogna di lasciare il Wakanda e la terribile sorellina Shuri.

Quando il mondo vuole appropriarsi del vibranio, il potentissimo elemento di cui il Wakanda è ricco, T’Challa rimette i panni di Black Panther e difende il suo regno – e proprio il caso di dirlo – con le unghie e con i denti. Non è un caso che il primo cattivo è un contrabbandiere bianco, Ulysses Klaue, interpretato da un maestoso Andy Serkis (in una scena canticchia What’s Love?).

Klaue però non è il nemico che T’Challa deve combattere: Erik Killmonger, che scoprirà essere suo cugino a cui il Wakanda ha tolto tutto ciò che amava, il padre è stato ucciso dall’ex sovrano perché aveva tradito il Paese per il bene della comunità nera e africana.

Grazie all’unione e all’unità di varie tribù, Black Panther lo combatterà e non sarà solo. Il film di Ryan Coogler riporta l’attenzione sull’Africa, anche se il Wakanda non esiste è come se fosse uno qualsiasi degli stati africani per troppo tempo derubati dalla potenza dei bianchi.

T’Challa è come Simba, orfano di padre, e attaccato visceralmente alla terra che ama e farà di tutto per difenderla. Black Panther può contare su un cast prevalentemente formato da attori di colore ed è diretto da un regista afro-americano. Una buona novella dal mondo Marvel e non solo. A completare il cast: il premio Oscar, Lupita Nyong’o, Michael B. Jordan (Erik), Danai Gurira (Okoye), Martin Freeman (Everett), Daniel Kaluuya (W’Kabi), Angela Bassett (la madre di T’Challa).

Chiara Laganà
Giornalista professionista dal 2007, appassionata di cinema, sport, serie TV. Si è innamorata della settima arte guardando un film di Truffaut e delle serie TV perdendosi nei corridoi della Sterling Cooper e del County General Hospital di Chicago.

    Ti potrebbe interessare...

    Altro in:Cinema

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *