Black Panther, la Marvel ha trovato il suo Re Leone

Black Panther - Recensione

Black Panther è Il Re Leone della Marvel, se a metà anni 90 il cartone animato ambientato in Africa fece scoprire al grande pubblico la bellezza e la profondità della Savana, con T’Challa, il principe sovrano del Wakanda il grande pubblico scoprirà i colori, i valori e la bellezza di un popolo.

T’Challa, alias Black Panther (interpretato da Chadwick Boseman) era già apparso nel 2016 in “Captain America: Civil War”, ma qui scopriamo le sue origini. T’Challa è il principe del Wakanda, un sovrano giusto e amato. Il suo Wakanda è un paese all’avanguardia tecnologico, rimasto isolato da anni. A proteggere T’Challa, le cazzutissime Dora Milaje, le forze speciali del Paese composte solo da donne e capitanate dalla fedelissima Okoye. La spia Nakia che sogna di lasciare il Wakanda e la terribile sorellina Shuri.

Quando il mondo vuole appropriarsi del vibranio, il potentissimo elemento di cui il Wakanda è ricco, T’Challa rimette i panni di Black Panther e difende il suo regno – e proprio il caso di dirlo – con le unghie e con i denti. Non è un caso che il primo cattivo è un contrabbandiere bianco, Ulysses Klaue, interpretato da un maestoso Andy Serkis (in una scena canticchia What’s Love?).

Klaue però non è il nemico che T’Challa deve combattere: Erik Killmonger, che scoprirà essere suo cugino a cui il Wakanda ha tolto tutto ciò che amava, il padre è stato ucciso dall’ex sovrano perché aveva tradito il Paese per il bene della comunità nera e africana.

Grazie all’unione e all’unità di varie tribù, Black Panther lo combatterà e non sarà solo. Il film di Ryan Coogler riporta l’attenzione sull’Africa, anche se il Wakanda non esiste è come se fosse uno qualsiasi degli stati africani per troppo tempo derubati dalla potenza dei bianchi.

T’Challa è come Simba, orfano di padre, e attaccato visceralmente alla terra che ama e farà di tutto per difenderla. Black Panther può contare su un cast prevalentemente formato da attori di colore ed è diretto da un regista afro-americano. Una buona novella dal mondo Marvel e non solo. A completare il cast: il premio Oscar, Lupita Nyong’o, Michael B. Jordan (Erik), Danai Gurira (Okoye), Martin Freeman (Everett), Daniel Kaluuya (W’Kabi), Angela Bassett (la madre di T’Challa).

Prev Riprendersi rapidamente dall’influenza: i trucchi per rinforzare l’organismo
Next Dire sempre la verità rende davvero il rapporto più solido?

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment