Bloccata la pubblicità del mascara Diorshow con Natalie Portman perché ingannevole

I concorrenti di L’Oréal hanno notato l’inganno e l’Advertising Standards Authority ha bloccato la pubblicità.

Quando il ritocco digitale è troppo evidente la pubblicità è ingannevole, soprattutto se è quella di un mascara che promette ciglia lunghissime, ma l’effetto sulla foto della testimonial è ottenuto solo grazie a un buon programma di grafica.

Dior si è vista bloccare la pubblicità del mascara Diorshow che vedete in alto perché le ciglia di Natalie Portman sono state eccessivamente modificate con un programma di fotoritocco e sono dunque molto più lunghe di quanto il prodotto possa effettivamente renderle. Basta guardare l’immagine prima del ritocco digitale.

A far notare l’inganno sono stati alcuni dei concorrenti più accaniti di Dior nel settore beauty, ossia L’Oréal, che alla fine ha avuto la meglio.

Infatti l’Asa, Advertising Standards Autorithy, ha accertato l’intento ingannevole di quella foto e ha fatto bloccare la pubblicità di Dior perché induce le donne a credere che con quel prodotto si possano avere le ciglia come quelle fatte vedere nell’immagine. Effetto impossibile, invece, da ottenere con la sola applicazione del Diorshow.

Prev Waste Less di Levi's: i jeans ricavati dalla plastica riciclata
Next Minestra riscaldata? No grazie!

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment