Cellule staminali: terapie che cambiano la vita

Le storie di alcuni bambini salvati dalle cellule staminali.

Informazioni sulle cellule staminali

Il tema della conservazione o della donazione cordone ombelicale è di grande attualità e non è certo di facile tipo, considerando incertezze, paure e dubbi che affollano la mente di chi sta per diventare genitore. Ci sono però notizie con esiti positivi che arrivano dal mondo della medicina che fanno ben sperare. Vediamo alcune.

La piccola Madeline, ancora prima della sua nascita, a causa di un virus sarebbe potuta nascere con le facoltà dell’udito e della vista compromesse o, ancora peggio, avere danni gravi agli organi interni. Per fortuna, alla sua nascita, Madeline riportò solo una di queste complicazioni: la perdita dell’udito neuro sensoriale. Grazie a una terapia sperimentale molto specifica, basata sull’infusione di cellule staminali prelevate dal suo stesso cordone ombelicale (trapianto autologo), si può parlare di grandi miglioramenti da subito, come afferma la madre, e come conferma il medico di Madeline affermando che “Le cellule staminali potrebbero riuscire a ripristinare le capacità uditive della bambina” (Cfr nota 1).

Ricky Martinez, ha solo dieci anni ed è affetto da anemia falciforme, malattia che lo costringe a frequenti trasfusioni di sangue. Dopo un trapianto autologo di cellule staminali, Ricky è rapidamente migliorato ed è potuto tornare a casa. Il suo medico, Victor Wang, ne conferma infatti il miglioramento: il numero di globuli bianchi si è stabilizzato e pertanto le trasfusioni possono essere meno frequenti fino ad arrivare ad eliminarle del tutto, se i miglioramenti continueranno. Ricky ha evitato così il trapianto di midollo osseo perché i medici sono riusciti a trovare le cellule staminali cordonali del bambino in tempo (Cfr nota 2).

Sparrow Morris invece è una bambina della Louisiana senza alcuna patologia, ma, a causa di una caduta in piscina e alcuni minuti d’incoscienza senza ossigeno, ha riportato dei danni cerebrali. Sparrow, grazie all’infusione di staminali del cordone ombelicale, conservate dai suoi genitori, è riuscita a fare grandi passi avanti, dimostrando da subito miglioramenti nella sua capacità di parlare e di camminare (Cfr nota 3). Successi questi che fanno tornare il sorriso a tante famiglie che grazie allo loro forza e alle terapie in alcuni casi ancora sperimentali, riescono a migliorare la loro vita.

Per maggiori informazioni: www.sorgente.com

Note

1 La notizia è stata ripresa da numerosi media americani. Clicca qui per vedere un servizio televisivo che include una intervista alla mamma di Madeline e alcune riprese video della bambina.

2 L’intervento è stato effettuato nel maggio 2012 al Children’s Hospital Orange County, in California.

3 La notizia è stata ripresa dalla nota emittente americana Fox News. Clicca qui per leggere l’articolo.

Prev Creme antietà: L'Occitane en Provence presenta la pluri-premiata Creme Divine
Next I benefici della danza del ventre in gravidanza

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!