Che cosa mangiare quando si va in spiaggia

È molto importante mantenersi leggeri.

Che cosa mangiare quando si va in spiaggia

Avete presente le scene delle grandi famiglie riunite sotto l’ombrellone a mangiare la parmigiana a ferragosto o le salsicce? Bene. Dimenticatevele! Quando si va in spiaggia fa malissimo mangiare pesante. Ricordatevi che siete al caldo, sotto il sole e dopo pranzo dovete aspettare di digerire prima di rituffarvi, quindi se volete evitare di soffrire dopo pranzo, mantenetevi leggeri e mangiate cibi che vi possano aiutare ad affrontare il caldo e l’esposizione al sole e che allo stesso tempo siano facilmente digeribili.

Sono sempre consigliate le insalate, ma evitate di condirle con formaggi, meglio limitarsi a olive, carote, tonno o pollo. Un alimento sempre consigliato in queste situazioni è il riso. Potete preparare un’insalata di riso oppure un tortino e anche in questo caso evitate di condirlo con formaggi, meglio un po’ di sugo e anche in questo caso tonno e olive. Il riso non affatica mai lo stomaco, ma è molto nutriente ed è anche un alimento rinfrescante.

Consigliatissime sono le zucchine, che potete mangiare lesse oppure ripiene con tonno. Fanno molto bene perché contengono la luteina, un pigmento della retina e dunque proteggono gli occhi che sulla spiaggia assolata si affaticano molto anche se portate gli occhiali da sole. Anche le carote sono consigliabili sia come crudité, sia cotte, da sole o usate come ripieno o condimento.

Come frutta optate per l’anguria e il melone, quest’ultimo contiene il betacarotene e dunque fa bene alla pelle contro le scottature. Per i dolci, invece, niente tiramisù ovviamente, ma un bel gelato, magari un sorbetto o un ghiacciolo, è certamente la scelta migliore.

Da bere: acqua, acqua, acqua! Anche perché il mare e il sole vi disidratano e dovete bere spesso. Evitate gli alcolici quando siete al sole e anche le bibite gassate non sono prettamente consigliate.

Prev Calzature Sorel: gli stivali Addington anni ’70 per l’autunno 2016
Next Sindrome premestruale: magnesio e agnocasto aiutano a stare meglio

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!