I cibi arancioni ci preparano al sole e a una buona abbronzatura

Contengono sostanze che aiutano ad abbronzarsi in modo uniforme e a evitare scottature.


Manca ormai solo un mese alla tanto attesa estate e, per  preparare la pelle al sole ed evitare scottature, tutti i medici raccomandano di inserire fin d’ora nella propria alimentazione due o tre porzioni al giorno di frutta di stagione, abbondando con meloni, albicocche, pesche e anguria, i famosi frutti arancioni insomma.

Inoltre sarebbe consigliabile iniziare già a esporsi al sole tutti i giorni per pochi minuti in modo da abituare la pelle al contatto con il sole. Evitando però di esporvi se state prendendo antibiotici e antistaminici in quanto potrebbero creare reazioni o macchie sulla pelle.
Per lo stesso motivo prima dell’esposizione è meglio evitare anche l’uso di profumi e di deodoranti.

Anche gli occhi devono essere protetti dai raggi Uv, e potete farlo indossando semplicemente occhiali da sole di buona qualità.

Tornando ai consigli sull’alimentazione, la frutta di questo periodo, in particolare quella di colore arancione, è ricca di una sostanza, chiamata betacarotene, in grado di riparare la pelle dagli effetti nocivi del sole. Mangiare frutta arancione in questo periodo vuol dire quindi incrementare i livelli di betacarotene nel corpo in modo che quando ci esporremo al sole avremo un minore rischio di scottarci e la nostra abbronzatura sarà uniforme e senza macchie.

A tavola poi è consigliato abbondare con insalate a base di carote, pomodori e cetrioli. Questi cibi sono ricchi di vitamina A, E e C, che hanno un effetto antiossidante, cioè riparano la pelle dall’invecchiamento e dalla disidratazione che il sole può causare.

Un ulteriore suggerimento è quello di consumare tonno e sardine perché contengono selenio, un minerale che aiuta a contrastare la comparsa di rughe.

Come dicevo inizialmente  è consigliato prendere il sole sin da adesso perché questo aiuta a stimolare la produzione di melanina, una sostanza in grado di proteggerci dagli effetti negativi dei raggi Uv. Iniziare ora significa accumulare la giusta quantità di melanina e arrivare alle giornate di vacanza e di pieno sole con uno scudo naturale più efficace. È bene esporsi un quarto d’ora al giorno, evitando le ore centrali della giornata, dalle 12 alle 15, perché gli effetti del sole in queste ore sono i più nocivi.
Rimane sempre indispensabile usare una crema protettiva. In genere si consiglia di partire con la protezione 50.

Bene amiche, ora andiamo tutte dal fruttivendolo ad acquistare frutta e verdura arancione, l’abbronzatura, si sa, rende tutte ancora più belle!

Prev Fifi Lapin la coniglietta fashionista detta legge nel regno della moda
Next Vogue Fashion's Night Out 2012: tutte le date in Italia e all'estero

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!