Cinema: le recensioni di “The Front Runner” e “The Lego Movie 2”

The Front Runner - Recensione del film

Dopo aver aperto il Torino Film Festival, The Front Runner di Jason Reitman è arrivato finalmente al cinema. È la storia di Gary Hart, il candidato predestinato per rappresentare i Democratici alla Casa Bianca nelle elezioni presidenziali 1987. Brillante, carismatico, bello, intelligente Hart sembra il candidato ideale di pubblico e media. Durante la lunghissima campagna elettorale che lo incorona a candidato ideale di stampa e popolo, uno scandalo potrebbe distruggere tutto.

Reitman dirige un sempre più bravo Hugh Jackman nel ruolo di un politico americano che si ritrova dentro una “macchina del fango” mediatica per una sua presunta relazione extra-coniugale. Nel 1988 la politica americana si ritrova di fronte a un bivio e non si tornerà più indietro. Una storia che risale a 31 anni fa ed è eppure drammaticamente attuale, un uomo diviso fra il suo dovere politico e il suo diritto alla difesa di una vita privata.

Jackman convince nel ruolo di Hart, affiancato da un sempre ottimo JK Simmons. Il film racconta delle nefandezze del mondo politico e di quello dei media e di come i due mondi che dovrebbero essere come due rette parallele, finiscono per intersecarsi e imitarsi nel peggiore dei modi.

The Lego Movie 2 - Recensione del film

Di tutt’altro respiro il sequel di The Lego Movie, The Lego Movie 2: il mondo continua a essere meraviglioso sotto gli occhi di Emmett, costruttore di sogni e non di solide realtà. Quando gli incomprensibili Lego Duplo – della sorellina del protagonista umano del film – invadono il regno dei Lego non resta altro che ricorrere alla battaglia.

Wyldstyle Emmett, Batman, Barbacciaio, Benny e Unikitty vengono selezionati da Capitan Sconquasso per andare a popolare un meraviglioso mondo glitter dove regna una regina che assume diverse forme, tutte meravigliose, la Regina Wello Ke-Wuoglio. La sovrana riesce a ottenere tutto facendo ascoltare canzoni orecchiabili e tramutando tutti sotto una grandissima coltre di glitter. Emmett è l’unico che non ci casca e si fa aiutare da Max in una missione legocida di salvare i suoi più cari amici, prima che la sovrana sposi l’ex cavaliere oscuro Batman. Divertente, ironico, sagace, The Lego Movie 2 è un ottimo sequel che farà divertire grandi e piccoli.

Prev Violenza sulle donne: espressioni e luoghi comuni da evitare per raccontarla
Next Che cosa mangiare per avere una bella pelle: gli alimenti indispensabili

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment