Combattere la polvere con l’elettrodomestico giusto

Aspirapolvere per pulire casa e combattere la polvere

Sbrigare le faccende domestiche richiede un sacco di tempo solo nel caso in cui non si utilizzino gli elettrodomestici giusti. In caso contrario, infatti, questa incombenza può essere risolta velocemente. Per esempio, come bisogna fare per pulire la cucina? Il frigo e il forno non possono essere puliti tutti i giorni, certo, ma ciò non vuol dire che ci si debba dimenticare della loro manutenzione. Per il frigorifero è opportuno contrastare l’umidità e i cattivi odori: a tal proposito è utile collocare su uno degli scomparti un limone tagliato a metà, che avrà l’effetto di assorbire gli odori meno piacevoli e fungerà anche da antibatterico. Lo stesso obiettivo può essere raggiunto anche con le patate, che tuttavia non diffondono alcun profumo. I barattoli e i contenitori con le salse già aperti devono essere posti dentro delle vaschette, ma si può utilizzare anche un foglio di carta per non correre il rischio di macchiare la plastica.

Come pulire la casa in poco tempo

Spesso gli impegni quotidiani non consentono di dedicare alla casa e alla sua pulizia tutte le attenzioni che sarebbero necessarie, ma con i dovuti accorgimenti si ha comunque la possibilità di tenere l’appartamento in ordine senza difficoltà. Il consiglio è quello di pulire poco e spesso. Di tanto in tanto è necessaria una pulizia approfondita, ma per il resto sono sufficienti pochi minuti ogni giorno per mantenere i risultati.

Liberarsi della polvere

Per liberarsi della polvere si può fare affidamento su un semplice panno per catturare la polvere, che rappresenta un valido alleato per gli schermi dei computer e dei televisori, ma anche per le mensole, per gli scaffali e per i ripiani delle librerie: insomma, per tutte quelle superfici su cui la polvere tende ad accumularsi con una certa facilità. Al supermercato si trovano senza problemi i panni in microfibra, che hanno la capacità di catturare in pochi secondi tutto lo sporco di cui ci si vuole sbarazzare.

Pulire il bagno e la cucina

Per quel che riguarda il bagno, è consigliabile passare sui sanitari delle salviette igienizzanti, da usare anche sul lavandino dopo che ci si è fatti la barba o dopo che ci si è lavati i denti. Il suggerimento è quello di usarle subito, perché è ovvio che rimuovere la schiuma da barba o il dentifricio freschi è più semplice che farlo dopo che questi si sono incrostati. La cucina e gli altri locali che vengono usati più di frequente dovrebbero essere spazzati di frequente, anche se per pochi minuti.

Meglio la scopa o l’aspirapolvere?

Che si usi l’aspirapolvere o la scopa poco cambia: quello che conta è essere costanti nella pulizia. In cucina, è soprattutto davanti al piano cottura e sotto il tavolo che occorre prestare la massima attenzione, in modo che non si accumulino i residui di cibo e le briciole che, attaccandosi sotto i piedi, finirebbero per essere trasportate anche nel resto della casa. Come si può capire, investire cinque minuti tutti i giorni è più conveniente che perdere una giornata intera per le grandi pulizie.

Lavare il pavimento

Un impegno più costante è richiesto unicamente nel caso in cui siano presenti in casa degli animali domestici. In tale eventualità c’è bisogno di un panno in microfibra da impiegare nei punti di passaggio di cani e gatti, indispensabile per rimuovere i peli, o quantomeno la maggior parte di essi. In generale, se ci si rende conto della presenza di una macchia evidente sul pavimento, occorre agire subito per toglierla, così da non correre il rischio di passarci sopra e produrre impronte nel resto dell’abitazione.

Scritto in collaborazione con Philips

Prev Una comunicazione sicura con i visitatori grazie a un incredibile citofono
Next 6 cose da fare prima del prossimo viaggio internazionale

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment