Concorso “Cenerentola per un giorno”. Carla Gozzi è la fata madrina

La ragazza vincitrice parteciperà al Ballo Viennese delle Debuttanti di Milano.

Concorso Disney Cenerentola per un giorno

A marzo 2015 arriverà al cinema un nuovo film Disney dedicato alla storia di Cenerentola, con Lily James nel ruolo della protagonista e Cate Blanchett in quello della matrigna. Torna dunque sul grande schermo una delle favole più amate di sempre, ma nel frattempo, per ingannare l’attesa, Disney ha deciso di lanciare il concorso “Cenerentola per un giorno”.

Vi possono partecipare le ragazze tra i 16 e i 21 anni accedendo al sito www.cenerentolaperungiorno.it dal 29 dicembre 2014 al 12 gennaio 2015: il premio è la partecipazione al Ballo Viennese delle Debuttanti di Milano, organizzato dall’Austria Italia Club, che si terrà il 24 gennaio 2015 alla Società del Giardino.

La vincitrice avrà una fata madrina d’eccezione: Carla Gozzi. La celebre Style Coach trasformerà la fortunata ragazza in una vera principessa grazie a un magico makeover: trucco e acconciatura sofisticati, ma soprattutto un meraviglioso abito e un paio di scarpette da moderna Cenerentola.

E il Principe? Be’ ci sarà anche lui e sarà uno degli allievi della Scuola Militare Teulié, che danzerà con la vincitrice durante il Ballo delle debuttanti. Inoltre, la ragazza che si aggiudicherà la vittoria prenderà delle lezioni di ballo private il giorno prima del grande evento con un maestro qualificato.

Come si partecipa al concorso: dopo essersi registrate sul sito www.cenerentolaperungiorno.it le ragazze dovranno caricare due fotografie (una a figura intera e una a mezzo busto) in cui esprimono la loro interpretazione di una serata da favola composta da look, trucco, abito e accessori. Un vero e proprio racconto fotografico di come vivrebbero una notte da Cenerentola invitata al ballo. Il 13 gennaio, una giuria di qualità decreterà la vincitrice destinata a vivere il sogno di sentirsi “Cenerentola per un giorno”.

Prev Idee regalo Natale 2014: la Beauty Box Limoni
Next Come si fa la "Torta Panettone": ricetta semplicissima

2 Comments

Leave a Comment