Creatività e un tocco di colore: basta poco per rifare il look alla tua automobile!

Rifare look automobile

Una macchina nuova, al posto della nostra utilitaria un po’ scassata e che porta con sé i segni del tempo? Certo, sarebbe bellissimo. Però, al giorno d’oggi, permettersi di cambiare l’auto non è una spesa non alla portata di chiunque. Come si fa, allora? Ci sono dei piccoli rimedi, dei piccoli accorgimenti, che con un pizzico di fantasia ti permetteranno di risparmiare un sacco di soldi e, perché no?, anche di stimolare la tua creatività, restituendo alla tua amata e fedele quattro ruote, se non proprio lo splendore di quando era appena uscita dal concessionario, quanto meno un aspetto più piacevole ed elegante. Basta veramente poco, a volte. Per esempio: sei stufa di quei grigi sedili, dal colore ormai un po’ stinto e consunto dagli anni di onorato servizio, che cominciano anche a esibire qualche sfilacciamento nelle cuciture? Nessuna paura:puoi leggere quie trovare una serie di rimedi economici e praticissimi che ti consentiranno di riportarli agli antichi fasti. Sono sufficienti dei normali detergenti e un paio di strofinacci e, in men che non si dica, l’interno della tua auto sarà lindo e dai colori accesi proprio come quando ci eri salita la prima volta.

Dicevamo dell’abitacolo: in effetti è proprio l’interno dell’auto, il punto in cui si può intervenire maggiormente per dare un aspetto nuovo e più fresco alla vettura. Una volta ripuliti i sedili, infatti, si può decidere di rivestirli con dei coprisedili fantasiosi e colorati per dare un tono più vivace e che rispecchi la nostra personalità: toni sgargianti, oppure più eleganti fantasie minimal, elaborati pattern oppure una decisa tinta unita, la scelta è virtualmente infinita, e facendo una attenta ricerca troverete centinaia di possibili soluzioni, tutte dai prezzi decisamente abbordabili. Se ti diletti nel cucito o nella maglia puoi anche cimentarti tu stessa nella fabbricazione di un set coprisedili. Oppure potresti scegliere di comprarne due o tre set diversi, per cambiare periodicamente il look dell’automobile e adattarlo così alle stagioni o al tuo mood.

Se ti senti particolarmente estrosa e creativa, puoi passare ora al resto dell’abitacolo. Naturalmente non ti stiamo certo invitando a decorare il volante con quelle tremende pellicce che si vedevano sulle automobili con targa straniera negli anni ’70. Molto più discretamente, però, potresti pensare di personalizzarlo con qualche oggetto a te caro: dal classicissimo peluche portafortuna da tenere sul sedile del passeggero o su quelli posteriori, a quei mazzolini di fiori (naturalmente finti, ma che da non troppo vicino sono realistici) supercolorati e allegri che spesso capita di vedere sulle cappelliere o tra il cruscotto e il parabrezza. E poi ciondoli dei modelli più disparati, oppure l’infinita gamma dei profumatori esistenti sul mercato, con essenze dai nomi ricercatissimi ed erogatori dal design vario: dallo storico Arbre Magique ai suoi “pronipoti”, a quelli che si agganciano a mo’ di pinza ai bocchettoni dell’aria. Se invece hai l’anima anticonformista e non ami ciò che ha l’aspetto troppo pulito e ordinato, ci sono letteralmente milioni di adesivi da applicare all’interno dell’auto, sulle parti in plastica più lisce. Si rischia un po’ l’effetto pasticciato, ma in fondo cosa importa? Oppure la soluzione più estrema: esprimi la tua verve artistica e decora plancia, cruscotto e sedili. Usa vernici colorate, stencil, tutto quello che ti viene in mente e rendi la macchina davvero inconfondibilmente e indiscutibilmente tua. Chissà, magari potrebbe addirittura diventare una piccola opera d’arte!

E la musica? Non vorrai certo trascurarla: cosa c’è di più bello, soprattutto quando si è da soli al volante, del mettere le canzoni del cuore a un volume micidiale mettendoci a cantarle a squarciagola? Se ormai ogni auto è fornita di serie di autoradio (definizione ormai riduttiva: leggono compact disc e mp3 e si collegano al bluetooth), è però possibile trasformarla in una vera discoteca, allestendo un impianto audio con casse di tutto rispetto. Attenzione, però, qui si rischia di spendere una cifra importante, perciò valuta bene la cosa, tenendo conto di quello che sostengono i tecnici del suono di tutto il mondo, ovvero che l’abitacolo di una automobile è uno dei luoghi in cui si ha l’esperienza di ascolto più buona e fedele che le nostre orecchie possano sperimentare.

Torniamo sulla Terra, però: se tutto questo l’hai già sperimentato, oppure non ti senti sicure della tua creatività e temi di combinare un disastro, ci sono comunque delle soluzioni. La prima è quella di rivolgerti a degli specialisti: è sempre più diffusa la mania di customizzare le automobili, non solo la carrozzeria ma anche gli interni. Stabilisci un budget e contatta un professionista, che sarà in grado di venirti incontro nel modo migliore.
E se nemmeno questo funziona, beh, allora l’unica soluzione è davvero quella di cominciare a pensare al salvadanaio e considerare l’acquisto di una auto nuova che corrisponda in pieno ai tuoi gusti. Scelta più che comprensibile, sia chiaro, ma avresti davvero la certezza che il nuovo bolide sarebbe meglio, dal punto di vista della personalità, della tua vecchia auto decorata secondo i dettami del più fantasioso fai-da-te?

Prev Stress da lavoro fisico e mentale: i consigli dei dottori per superarlo
Next B-Selfie Volume, il filler dai-da-te per le labbra

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment