Cronofasting: come funziona il digiuno intermittente

È ideale per ottimizzare il rapporto tra massa grassa e massa magra.

Cronofasting digiuno intermittente

Spesso le diete ipocaloriche che si protraggono nel tempo si rivelano incredibilmente faticose, dannose e soprattutto inefficaci. Se si vuole dimagrire ottimizzando il rapporto tra massa grassa e massa magra senza soffrire troppo si può optare per il cronofasting che secondo gli esperti è ideale a questo scopo.

Come funziona il cronofasting o digiuno intermittente? Specifichiamo che non è un digiuno totale, quindi non si tratta di non mangiare nulla, ma semplicemente per due giorni a settimana si mangiano solo verdure con poco olio e si cerca di cenare presto in modo da avere un lungo digiuno notturno che è quello che si rivela più utile per perdere peso.

Come sempre è consigliabile svolgere attività fisica durante il giorno e dormire almeno otto ore o anche di più di notte, in modo da prolungare quanto più possibile (ma senza strafare) il digiuno notturno.

Ovviamente questo non significa che gli altri cinque giorni della settimana si possa mangiare qualsiasi cosa e in grande quantità, occorre sempre seguire un’alimentazione sana e non esagerare, a questo scopo il consiglio è quello di seguire la piramide alimentare della dieta mediterranea.

Il digiuno intermittente permette di far riposare il nostro organismo e soprattutto l’apparato digerente che a volte è sovraccaricato e nel cambio di stagione può avere dei problemi che poi vanno a incidere su tutto il nostro fisico causandoci spossatezza.

Prev Spaghetti alla carbonara: ricetta facile e veloce
Next La dieta salvaossa senza latte e formaggi

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!