Differenza tra sigaretta elettronica e sigaretta tradizionale
HealthLifestyle

Differenza tra la sigaretta elettronica e sigaretta tradizionale

Differenza tra sigaretta elettronica e sigaretta tradizionale

La sigaretta tradizionale può causare numerosi danni, in primis alla salute, in quanto responsabile di diverse patologie, tra cui tumori, problematiche respiratorie ed eccessiva produzione di muco.
Non sono inoltre da trascurare il colorito della pelle spento, i denti ingialliti e l’odore pestilenziale che tende a rimanere per molto tempo nei capelli e nelle fibre dei vestiti.

Sigaretta elettronica: un valido rimedio a quella normale

Negli ultimi anni è giunta sul mercato una valida alternativa alla sigaretta tradizionale, ossia quella elettronica, la quale è capace di risolvere tutti gli effetti collaterali causati dalla prima, senza però privare di alcun piacere i fumatori, dato che esistono dei liquidi da vaporizzare contenenti nicotina, come spiegato anche in questa pagina.
In più gli e-liquid sono disponibili in tantissimi gusti diversi, anche molto fedeli al gusto della sigaretta normale.
Grazie ai suddetti è quindi possibile smettere di fumare gradualmente e senza dannosi cambiamenti repentini.

Perché la sigaretta elettronica è meno dannosa di quella normale?

La sigaretta elettronica arreca danni di minore entità rispetto a quella normale, in quanto le sostanze contenute negli e-liquid sono meno nocive .
Inoltre non bisogna dimenticare che questo dispositivo è provvisto di atomizzatore volto a bloccare l’assunzione di monossido di carbonio e catrame, nonché i principali responsabili delle patologie al sistema cardiocircolatorio e ai polmoni.
Infine, se si ricorre alla e-cig, non si verificherà più il problema del fumo passivo, il quale è tanto nocivo quanto quello attivo.

I lati negativi delle sigarette elettroniche

Nonostante le sigarette elettroniche abbiano contribuito ad un notevole calo di fumatori delle classiche, si sono trovate al centro di diversi dibattiti, poiché anch’esse capaci di creare dei danni all’organismo umano.
Bisogna infatti ricordare che gli e-liquid contenenti nicotina, seppur in minima parte, possono creare assuefazione e esporre i consumatori a malattie cardiovascolari.
Inoltre molti di loro, pur di risparmiare qualche euro, preferiscono i rimedi fai da te ai rivenditori specializzati e tale scelta porta a delle conseguenze spiacevoli.
Ultima, ma non sicuramente per importanza, è la scarsa pulizia della sigaretta elettronica: se dopo l’uso non vengono rimossi subito i residui di sporco, questi ultimi tendono ad accumularsi e ad essere inalati di volta in volta.

Da cosa sono composti i liquidi per sigaretta elettronica?

Scelta dei liquidi per sigaretta elettronicaI liquidi per sigaretta elettronica sono composti dalle seguenti sostanze:

  • glicerina vegetale;
  • glicole propilenico;
  • nicotina;
  • aromi.

Questi ultimi, al fine di andare incontro ai numerosi gusti dei consumatori, sono a loro volta suddivisi in:

  •  dolci o cremosi: sono perfetti per chi ama i cibi a base di zucchero, in quanto ricordano il sapore dei biscotti, del tiramisù fatto in casa, del cioccolato e molte altre delizie.
    Queste versioni hanno l’enorme vantaggio di avere un apporto calorico pari a zero e di poter dunque essere consumate senza provare alcun senso di colpa;
  • fruttati: come dice il termine stesso, hanno i gusti della frutta;
  • tabaccosi: riproducono fedelmente le varie tipologie di tabacco e sono particolarmente indicate a chi non riesce proprio a resistere alla suddetta sostanza, ma desidera dire addio alle sigarette normali;
  • freschi: possono avere un aroma balsamico oppure alla menta o alla liquirizia;
  • speciali: rientrano in questa categoria tutti i liquidi che ricordano il sapore dei cocktail ordinabili presso qualsiasi bar, delle gomme da masticare oppure di mix originali.

Sebbene gli e-liquid abbiano un odore/sapore irresistibile, non devono essere assolutamente ingeriti o utilizzati in modo diverso dalla destinazione originaria.

Come scegliere gli e-liquid

Prima di procedere all’acquisto di un liquido da vaporizzare all’interno della sigaretta elettronica, è fondamentale prendere in considerazione alcuni criteri, tra cui:

  • provenienza e certificazioni: per evitare problemi di salute, optare per prodotti controllati dal Ministero della Salute e diffidare da tutti i venditori che propongono flaconi di dubbia provenienza e a prezzi stracciati;
  • aroma: in questo caso la scelta deve essere decretata unicamente dal proprio gusto personale, visto che bisogna considerare lo svapo come un momento di piacere, non di dovere;
  • formato: i liquidi per sigarette elettroniche sono disponibili in flaconi di diverso formato. Se si è neofiti dello svapo o si intende variare spesso gli aromi, meglio puntare su uno dalle dimensioni ridotte, in modo da preservare tutta la fragranza del contenuto;
  • data di scadenza: questo dato deve essere sempre ben specificato sulla confezione del prodotto (solitamente si trova sul tappo oppure sul fondo).

I liquidi per le sigarette elettroniche hanno una scadenza?

Certo che sì, in quanto rientrano nella categoria dei prodotti alimentari e solitamente è impostata a due anni dalla produzione.
La durata di un liquido può variare sia in base alle abitudini di svapo dell’individuo, sia alla frequenza di ricarica del serbatoio della sigaretta elettronica.
Per assicurare longevità all’e-liquid, conservarlo in un luogo buio, asciutto e ben lontano da fonti di calore o dalla luce diretta dei raggi solari.
Inoltre è bene non rimuoverlo dalla confezione originaria, in quanto appositamente progettata per contenerlo.

Come riconoscere un e-liquid scaduto?

Riconoscere un e-liquid scaduto è davvero molto semplice, in quanto cambia sapore e la qualità sarà decisamente inferiore.
Perciò in bocca si percepisce un sapore amarognola o dolciastro.
Si consiglia di gettare immediatamente il prodotto se presenta uno o più dei seguenti aspetti:

  • il sapore è notevolmente cambiato rispetto a quello originario;
  • il liquido emana un cattivo odore;
  • è iniziato il processo di gelificazione, la quale rende impossibile l’utilizzo, dato che la sigaretta elettronica non riuscirebbe a bruciare correttamente il liquido;
  • il fluido inizia a scindersi nelle sue diverse componenti oppure si solidifica.

Dove acquistare i migliori prodotti per lo svapo

I migliori prodotti per lo svapo sono acquistabili da Terpy.it, un negozio online divenuto una pietra miliare sia per gli aficionados della sigaretta elettronica, sia per chi desidera approcciarsi per la prima volta.
Il servizio clienti è altamente qualificato e cortese, mentre la privacy degli acquirenti è garantita dalle spedizioni anonime.
Queste ultime giungono a destinazione entro 48 ore e se la somma totale dell’ordine supera i 60 euro, le spese di consegna sono gratuite.

Ti potrebbe interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *