Digital Festival e Gnammo presentano i Digital Food Days all’insegna del social eating

In tutta Italia cene a tema tra i cosiddetti “gnammers”.


Se siete digiuni relativamente al tema del social eating, probabilmente dal titolo di questo articolo avrete capito molto poco o forse nulla, ma vi assicuriamo che si tratta di un’iniziativa davvero originale e vale la pena spendere un paio di minuti a capire di che cosa si tratta.

Prima di tutto, iniziamo con il dire che a Torino, dal 3 al 20 maggio 2013, si svolgerà la quarta edizione del Digital Festival, un evento, ideato e organizzato da Stefano Saladino e Sergio Poma, che ha l’obiettivo di capire come il “digitale” può e deve migliorare la qualità della vita delle persone, creare opportunità di lavoro nei vari ambiti e favorire lo sviluppo economico e sociale del territorio attraverso l’innovazione tecnologica.

Quest’anno al Digital Festival si affianca un altro progetto: i Digital Food Days.
Gli ideatori del Digital Festival, in collaborazione con la piattaforma di social eating Gnammo, hanno pensato di organizzare una serie di cene a tema “digital” su tutto il territorio nazionale.
Saladino e Poma, infatti, si sono detti: “Dove è possibile divulgare al meglio, presso un pubblico di non addetti ai lavori, i temi connessi all’influenza delle tecnologie digitali sulla nostra vita quotidiana, se non a tavola in un clima di convivialità?”

Gnammo (www.gnammo.com) conta ad oggi quasi 10mila persone tra iscritti al sito e follower di Twitter, Facebook e Pinterest. Grazie a questo sito, chiunque può condividere con nuovi amici la propria abilità ai fornelli o la passione per il cibo: è infatti sufficiente iscriversi per diventare uno “Gnammer” e prendere parte a cene organizzate da altri membri della community o per proporsi eventualmente come chef, ospitando un numero pre-definito di “Gnammers” a casa propria.

Durante i Digital Food Days, dunque, grazie alla piattaforma messa a disposizione da Gnammo, si darà vita a delle cene alle quali prenderanno parte, oltre allo chef e agli ospiti “Gnammers”, un esperto di temi connessi al digitale (o “animatore della conoscenza”) selezionato dall’organizzazione del Digital Festival e un blogger, in grado di divulgare in tempo reale quanto emergerà durante la serata.

Già da oggi una sezione del sito di Gnammo è dedicata a questo progetto, e attraverso di essa si potrà costruire il calendario delle cene e dei relativi temi trattati e si potrà invitare chiunque lo desideri a partecipare all’iniziativa.
Su Gnammo sarà anche possibile proporsi come blogger o come animatore della conoscenza, ovviamente presentando a supporto opportune credenziali, che passeranno al vaglio dell’Organizzazione.

Le cene si svolgeranno tra l’11 e il 19 maggio 2013, nel periodo del Digital Festival e l’obiettivo degli organizzatori è di raggiungere cento cene distribuite su tutto il territorio nazionale.

Completa il progetto Digital Food Days un concorso culinario rivolto ai membri della community attraverso il quale le ricette postate via web saranno sottoposte a una prima selezione sulla base dell’originalità degli ingredienti e dell’attrattività dell’impiattamento. Coloro che supereranno questa prima fase, avranno l’opportunità di preparare dal vivo la propria ricetta nei giorni del Festival, in occasione di un evento che sarà realizzato presso la Piazza dei Mestieri di Torino, un centro sostenuto dall’omonima Fondazione che si occupa di favorire la preparazione e l’avviamento dei giovani al lavoro. I vincitori per ogni categoria (antipasti, primi, secondi e dolci), individuati da una giuria di esperti, saranno chef per una sera, e prepareranno il proprio piatto in occasione di una cena riservata a un numero ristretto di ospiti selezionati.

Prev Concorso per Cuochi dilettanti: Premio Marietta 2013, aperte le iscrizioni
Next Primavera-estate 2013: preparatevi all'invasione del lamé

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!