Dimagrire mangiando in un piatto di colore diverso da quello del cibo

Strano, ma vero, lo dimostrano alcuni scienziati americani. Ecco perché.


Quando si parla di diete, dimagrimenti, perdita di peso, siamo ormai abituati a sentirne di tutti i colori e proprio i colori sono al centro di una recente ricerca condotta da Koert Van Ittersum del Georgia Institute of Technology di Atlanta e Brian Wansink della Cornell University di Ithaca (Usa).

In particolare, i due studiosi e i loro team, che in passato avevano già dimostrato che i piatti più grandi fanno sembrare le porzioni più piccole, questa volta hanno sottoposto a un loro esperimento 60 ragazzi invitati a una festa dove dovevano servirsi la pasta da soli.

Avete presente l’illusione ottica di Delbooeuf? Quella in base alla quale osservando due cerchi neri della stessa grandezza vi sembrerà più grande quello circondato da un cerchio bianco?

Ebbene, gli scienziati hanno applicato questa teoria anche al cibo, dimostrando, grazie ai ragazzi invitati al party, che se il colore del condimento è uguale a quello del piatto, le porzioni sono più grandi del 22%.
Se, invece, i piatti sono dello stesso colore del tavolo e delle tovaglie o tovagliette, ma diversi dal colore del cibo, le porzioni sono ridotte del 10%. In pratica si tende a vedere il piatto più pieno e ci si ferma prima quando lo si sta riempiendo.

Quindi, se siete a dieta, mangiate in piatti che abbiano un colore diverso dal cibo.
Al contrario, se siete delle mamme alle prese con bimbi capricciosi che non vogliono le verdure, fatele mangiare loro in piatti verdi, in questo modo ingurgiteranno porzioni più grosse senza accorgersene!

Prev La Marni Doctor Bag per l'autunno-inverno 2012-2013
Next Al Museo Ferragamo la mostra Marilyn fino al 28 gennaio 2013

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!