Dress code in ufficio: ok jeans e look casual, ko infradito e minigonna

Da un sondaggio di InfoJobs emergono alcune dritte su come vestirsi a lavoro o per un colloquio.


“Che cosa mi metto?”: classica domanda che una donna ripete almeno una volta al giorno, ma la risposta diventa ancora più complicata, anche per un uomo, quando si deve affrontare una situazione “nuova” e “diversa”, ma importantissima, come un colloquio di lavoro o il primo giorno in ufficio e si continua a ripetersela ogni mattina fino a quando non si trova l’abbigliamento ideale, quello che concilia comodità e adeguatezza al ruolo e all’ambiente in cui si lavora.

Ebbene, per sapere quale tipo di look è meglio apprezzato in ufficio, Infojobs, azienda che si occupa di recruiting online in Italia e in Europa, ha somministrato un sondaggio a 450 persone e ha raccolto dati piuttosto interessanti.

Alcune risposte possono sembrare piuttosto scontate, come per esempio il fatto che il 74% dei rispondenti non vede di buon occhio gli infradito in ufficio o, il 69%, i pantaloni della tuta per gli uomini, i bermuda (64%) o un abbigliamento eccentrico (50%).

Arrivano però anche altre osservazioni da tenere in considerazione quando la mattina siamo davanti allo specchio e dobbiamo decidere cosa indossare e come truccarci:
– il 39% degli intervistati non apprezza la minigonna;
– il 19% ritiene inadatte le scollature;
– il 18% non considera adeguate all’ufficio le scarpe da ginnastica:
– il 61% disprezza la barba incolta nell’uomo;
– il 55% pensa che le donne non dovrebbero truccarsi pesantemente;
– i tatuaggi non andrebbero messi in mostra né dalle donne (44%) né dagli uomini (46%);
– troppo profumo è ritenuto fastidioso per le donne (37%);
– i capelli troppo lunghi su un uomo sono malvisti dal 27% degli intervistati.

Sono invece considerati sempre adeguati i jeans: infatti nessuno è contrario a un uomo con questo tipo di pantaloni in ufficio e solo il 2% non li vorrebbe sulle donne. Per quanto riguarda le t-shirt, invece, solo il 9% le evita, così come solo l’8% dichiara di volersi liberare della cravatta.

Un completo professionale è ben visto solo dal 6% di chi ha partecipato al sondaggio. In generale, l’87% ritiene che sia giusto rispettare delle regole di buon costume in ufficio, mentre per il 7% ognuno è libero di indossare ciò che vuole.

Per quanto riguarda il Casual Friday, ossia il giorno più vicino al weekend in cui viene concesso, a chi solitamente è costretto a giacca e cravatta, di vestirsi casual, il 32% vorrebbe che fosse introdotto anche nella sua azienda, il 22% già lo pratica e lo apprezza, mentre al 40% non importa, probabilmente perché ha già la libertà di vestirsi casual ogni giorno nel suo ufficio.

Ai colloqui di lavoro il 66% dichiara di essersi vestito normalmente, come fa di solito nella sua vita di tutti i giorni, il 25%, invece, ha indossato un abito ad hoc, il 9% ne ha addirittura acquistato uno per l’occasione.

Il Casual Friday nella famosa serie tv "The Office"

Il Casual Friday nella famosa serie tv “The Office”

Prev Nel 2013 arriva la collezione beachwear di Rochas
Next Premio Strega 2012 ad Alessandro Piperno con "Inseparabili, il fuoco amico dei ricordi"

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!