Eco mamme: pannolini lavabili o biodegradabili

Una scelta saggia per salvaguardare la salute del bambino, l’ambiente e… il portafoglio!

La coscienza eco-bio oramai ha preso piede anche tra le mamme e si cerca di trovare soluzioni alternative per oggetti di uso quotidiano che siano ecologici, biodegradabili e a minore impatto ambientale.
Da questa necessità nascono i pannolini ecologici. Ancora poco conosciuti e poco utilizzati, sono invece un’ottima alternativa a gli usa e getta tradizionali e da qualche tempo iniziano a  comparire anche sugli scaffali di supermercati o farmacie.

Optare per i pannolini ecologici è una scelta responsabile, economica e salutare. Esistono due tipi di eco pannolini: pannolini lavabili e pannolini biodegradabili.

I pannolini lavabili sono composti da una mutandina esterna impermeabile e traspirante al tempo stesso (disponibile in varie taglie ) e una parte interna in cotone 100% naturale, non sbiancato, e un inserto raccogli pupù completamente boidegradabile.
Sono sono leggeri, anallergici, morbidi, freschi e facilmente lavabili in lavatrice.

I pannolini biodegradabili sono monouso, ma fatti con materiale decomponibile naturalmente con l’enorme vantaggio di poter essere smaltiti nei rifiuti organici e quindi di poter tornare al suolo sotto forma di compost, riducendo così l’impiego di fertilizzanti chimici in agricoltura.

Esistono poi i pannolini ecologici “usa e getta” in mater-bi (amido di mais) che costituiscono un’altra soluzione ecologica, ma leggermente più costosa.

Ci sono tre motivi essenziali per cambiare rotta e abbandonare i pannolini usa e getta tradizionali cominciando a vivere green:

Salute del bambino
I pannolini ecologici sono costituiti da fibre naturalmente assorbenti che garantiscono la traspirazione. La pelle dei bambini non resta a contatto con la plastica e con i componenti chimici utilizzati negli usa e getta per garantire la massima assorbenza (silicati e simili).
I pannolini usa e getta tradizionali contengono anche molte sostanze che possono causare reazioni allergiche, come problemi respiratori ed irritazioni.

Tutela ambientale
I pannolini usa e getta sono costituiti in gran parte di plastica e inquinano pesantemente l’ambiente già dalla loro produzione. Si utilizzano decine di migliaia di tonnellate di plastica per produrre miliardi di pannolini. Questi pannolini necessitano di circa 500 anni per decomporsi. 
La produzione riversa nell’acqua solventi e metalli pesanti (vengono abitualmente usate tecniche di sbiancamento al cloro) a discapito dell’ambiente in cui viviamo

Risparmio
Da una ricerca si evince che mediamente in tre anni si usano 1.095 pannolini notturni e 5.475 pannolini giornalieri con una spesa di 1.905,30 euro per bambino.
Il costo di un kit di 20 pannolini lavabili con mutandine e salviette è tra i 270 e i 400  euro, secondo il tipo di cotone utilizzato. Se poi consideriamo che è possibile riutilizzarli anche per il fratellino o la sorellina pensate un po’ quanto è possibile risparmiare.

Usare i pannolini ecologici è quindi una scelta saggia che comporta non solo un maggior benessere del bambino, ma anche risparmio economico nel totale rispetto dell’ambiente.

Prev Bon ton? Macché! Mangiare con le mani non è mai stato così chic
Next Twitter festeggia i 130 di Virginia Woolf con #nonhopauradiVirginiaWoolf

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!