AlimentazioneSalute

Ex fumatori: mele e pomodori per “riparare” i polmoni

Ex fumatori - Mele e pomodori riparano polmoni

Ex fumatori - Mele e pomodori riparano polmoni

Sulla rivista European Respiratory Journal è stato pubblicato un importante studio condotto presso la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health nell’ambito del progetto di ricerca Ageing Lungs in European Cohorts (ALEC) Study, finanziato dalla Commissione Europea e coordinato dall’Imperial College di Londra. Si tratta di una ricerca sull’alimentazione e i benefici che alcuni alimenti hanno sui polmoni.

Gli studiosi hanno preso in esame 650 persone, alcune delle quali non avevano mai fumato, mentre altre erano ex fumatrici. Hanno poi condotto degli esami specifici per misurare la loro funzione polmonare tenendo conto del consumo di frutto e verdura.

Ebbene dallo studio è emerso che le persone che consumavano pomodori e mele, in particolare, manifestavano un rallentamento del declino della funzione polmonare. Questo effetto positivo è più evidente sugli ex fumatori, ma vale anche per chi non ha mai fumato, perché ne rallenta il declino dovuto all’età.

Si tratta di alimenti che contengono una molecola che è particolarmente attiva nel riparare i danni che il fumo ha causato ai polmoni. Per avere l’effetto protettivo occorre consumare almeno due pomodori al giorno e tre porzioni di frutta, soprattutto mele.

L’autrice dello studio, Vanessa Garcia-Larsen, ha spiegato che grazie a questi risultati potrebbe diventare possibile riparare i polmoni danneggiati dal fumo e rallentare il naturale processo di invecchiamento dei polmoni su tutti.

La funzione polmonare comincia a declinare dai 30 in poi a velocità variabile a seconda delle condizioni di ogni singolo individuo. L’alimentazione può avere un ruolo fondamentale anche nel combattere il disturbo polmonare cronico-ostruttivo.

Lucia Resta
Giornalista professionista, fondatrice di Milady Magazine e Sport Folks. Ama la moda, lo sport, gli animali, i libri, il cinema e le serie Tv. Scrive anche per altre testate online.

    Ti potrebbe interessare...

    Altro in:Alimentazione

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *