Fashion Camp 2012 a Milano l’8 e 9 giugno, ecco il programma

L’ingresso è libero e ci si può iscrivere online alle unconferences e ai workshop.


Per il terzo anno consecutivo torna a Milano il Fashion Camp, che si svolgerà l’8 e 9 giugno alla Cattedrale della Fabbrica del Vapore di Milano.
Si tratta del più importante evento dedicato alla moda e alle nuove tecnologie, caratterizzato da una serie di non-conferenze come i bar camp americani, ma interamente dedicato al fashion system 2.0 e per estensione al mondo del beauty e lifestyle.

Come spiega Arianna Chieli, ideatrice e organizzatrice del Fashion Camp, grazie a questa iniziativa si crea networking, si condividono esperienze e si permette a persone dello stesso settore e con le stesse passioni di incontrarsi fisicamente dopo aver interagito virtualmente. “Fashion Camp – afferma la Chieli – è prima di tutto un incontro tra persone con un grande amore, la moda, che condividono attraverso i social network con il loro mondo”.

Evento a impatto zero

Grazie alla collaborazione con DoveConviene, leader in Italia nello sfoglio di volantini su schermi digitali, Fashion Camp 2012 è un evento green che consentirà di piantare 50 querce per compensare circa 250 kg di anidride carbonica all’anno per 50 anni.
L’impronta ecologica lasciata da questo evento è stata calcolata in base ad alcuni precisi parametri come il traffico generato dal sito, l’attività annuale di organizzazione e la promozione. Grazie alle querce che saranno piantate, l’evento avrà impatto zero sull’ambiente.
Inoltre, ogni volta che un blog o sito internet, parlando di Fashion Camp, citerà e linkerà DoveConviene, sarà piantata una quercia in più, che andrà ad aggiungersi alle altre 50.

Siamo dunque contente di contribuire anche noi con il link a www.doveconviene.it a far piantare una quercia in più 😀

Il programma di Fashion Camp 2012

Durante i due giorni di Fashion Camp 2012 si alterneranno circa 40 relatori in una serie di unconferences. Si parlerà di etnografia, progetti europei, librerie virtuali, app, nuovi magazine per tablet, la rivoluzione della netiquette, i dj della notizia, la vintage mania, la professione del blogger.

In apertura sarà dato spazio al convegno Fashion digital storytelling: how brands become publishers, incentrato sulle esperienze di brand che sono diventati editori che parlano dei valori di marca. Sul palco ci saranno docenti d’eccezione per una serie di workshop gratuiti.

Ecco le non-conferenze e i workshop in programma:

Unconferences
– Irene Di Natale – Mix & Match – La Rivoluzione della Buona Educazione
– Laura Renieri – The Old Now – Come partire da un blog personale e trasformarlo in un portale di informazione
– Paola Floriana Riso – Pepperchic – Vi presento Pepperchic
– Eugenia Burchi – Blogmeter – Fashion Social Media Index
– Francesca Succi – Telegiornaliste – Lo stile in onda
– Claudia Chiari – Lusso e logo: questione di artigianalità
– Lorena Adami – In her Shoes
– Lorenzo Incagli – Feel the Yarn – Presentazione dell’iniziativa
– Silvia Del Ciondolo – DeAbyDay – Wardrobe Refashion: l’arte del fai da te creativo secondo DeAbyDay
– Daniela Narici – Babyshowerparty – Presentazione del progetto
– Stefania Virone Vittor – Web Style Communication – Trasformare la passione in professione
– Silvia Stefanini – SteSy LAB – SteSy LAB fashion&image: total look concept store
– Andrea Latino – Green Geek – Green Geek, l’innovazione prima di tutto
– Simonetta Bosso – Note – Diventeremo i dj della notizia. Esiste già il Bob Sinclar dell’informazione?
– Cécile – L’Armadio del Delitto – Il Fenomeno dei vintage blog in Italia
– Manuela Ravalli – LoveMimi – Un’Evolution che diventa rEvolution partendo dalle proprie idee
– Marino Giocondi – DropGifts – DropGifts: la rEvolution del regalo
– Jurgita Rubikaite e Filippo Ronchi – BirikButik – Birik Butik: progetto del gioiello contemporaneo  –  creare una rete nella rete
– Thomas Alisi – Fashion Flux – Predire le tendenze attraverso i social media
– Federica Lorenzoni e Susanna Gioia – Lemuria
– Mauro Longone – Style4Real – Il guardaroba diventa social
– Daniela Ferrando – Eat2 – Eat2, a lifestyle rEvolution
– Carlotta Realdi – ShoesMe: la rivoluzione digitale nel mondo delle scarpe

Workshop
Wardrobe Refashion – workshop gestito da DeAbyDay.tv
Moda e Scrittura Creativa – workshop gestito da Irene Di Natale
#twitterexperience workshop gestito da Antonio Lupetti
the Video R-eVOLUTION: non puoi non essere su YouTube! – workshop gestito da BuzzMyVideos

Eventi collaterali
Ci saranno anche moltissimi eventi collaterali organizzati dagli sponsor, come la sfilata delle 10 finaliste di Modella per un pelo, promossa da Philips, il Fast Make Up Corner di Doglas Profumerie, la registrazione di una puntata della webseries InHerShoes.

L’elenco delle unconference, dei workshop e degli eventi collaterali è in continuo aggiornamento sul sito www.fashioncamp.it.

Temporary shop
I giovani designer e i marchi creativi di abbigliamento e accessori potranno esporre e vendere le proprie creazioni attraverso l’apposito temporary shop allestito per l’evento. Tra i partecipanti ci saranno Artisani, Come le ciliegie, Danivè, Flow-ers, Foa-eko, Little Black Dress, Mutadesign, Pink Bow, Voodoo Bijoux, Raptus and Roses, Becatò, Martù, Serena Poletto Ghella, Mariella Di Gregorio, ma anche in questo caso l’elenco è in continuo aggiornamento.

L’ingresso a Fashion Camp 2012 è libero e ci si può iscrivere attraverso Eventibrite.

Prev Ashton Kutcher fa la parodia di Karl Lagerfeld in uno spot tv
Next Come preparare a casa il milkshake alla fragola

2 Comments

Leave a Comment