Giovedì 23 aprile 2015: giornata mondiale del libro

Si festeggia dal 1996, ma in Italia i lettori sono sempre meno.

Giornata Mondiale del Libro 23 aprile 2015

La Giornata Mondiale UNESCO del Libro e del Diritto d’Autore dal 1996 si festeggia il 23 aprile, che quest’anno cade di giovedì. Sono tante le iniziative che ci aspettano e l’hashtag che in Italia viene usato già da qualche mese per promuovere la lettura, e che si spera raggiunga un più ampio pubblico proprio il 23, è #ioleggoperché. Si tratta di un progetto multicanale lanciato a febbraio e che riunisce numerose associazioni di editori, librai e biblioteche e ha anche il supporto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

La lettura è prima di tutto un piacere, ma in Italia sono in pochi coloro che possono vantare questo “vizio”, forse anche per colpa della scuola che non è capace di inculcare la passione per i libri nelle giovani menti e anzi lo fa sembrare un peso. Gli ultimi dati Istat sul rapporto degli italiani con la lettura sono catastrofici: in Italia quasi il 60% delle persone non è capace di leggere neanche un libro in tutto l’anno. Sembra impossibile per chi è abituato ad avere il comodino pieno di libri, eppure è proprio così. Soltanto il 41% ne legge almeno uno all’anno, mentre i lettori forti, coloro che leggono almeno un libro al mese, sono il 14,4%.
Le donne leggono più degli uomini: infatti contro il 34,5% degli uomini che leggono almeno un libro all’anno, c’è il 48% delle donne, nonostante spesso abbiano anche meno tempo libero.

Non importa che siano saggi, romanzi di chick lit, graphic novel o grandi capolavori della letteratura mondiale, quello che conta è che leggere diventi una piacevole abitudine, anzi una necessità, per tutti, perché un popolo più istruito e acculturato è anche più abile a trovare soluzioni a qualsiasi crisi.

Prev La voce di XStyle: Ylenia Baccaro
Next Mascara Rimmel Wonder'full Wake Me Up: immagini e prezzo

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!