I consigli per dormire meglio
Salute

I 5 migliori consigli per un sonno ristoratore

I consigli per un sonno ristoratore

Se lo stress, l’ansia e le preoccupazioni vi tengono svegli durante la notte, forse è arrivato il momento di rivedere un po’ i vostri ritmi quotidiani: di certo non potrete eliminare del tutto le vostre fonti di stress, ma potete imparare a contenere gli effetti negativi sul vostro riposo: vediamo come fare!

1: Mantenere ritmi regolari

Alzarsi, mangiare e coricarsi sempre alle stesse ore è un ottimo sistema per ritrovarsi stanchi alla sera senza dover indugiare troppo sul cuscino in attesa di prender sonno. Tuttavia, gli impegni quotidiani possono spesso interferire con una routine regolare; cercate almeno di alzarvi e andare a dormire rispettando uno schema più o meno rigido, senza sconvolgere la vostra routine durante il fine settimana o nei giorni liberi.

2: Praticare attività fisica regolare

La ginnastica è un ottimo metodo per ridurre i livelli di stress, contribuendo così a migliorare la qualità complessiva del sonno. Cercate di ritagliarvi almeno una mezz’ora libera al giorno (anche a giorni alterni) per dedicarvi a questo tipo di attività, così da godere maggiormente di tutti i benefici per il corpo e la mente.

I momenti migliori per fare ginnastica sono la mattina e il pomeriggio, in modo da sfruttare le naturali fluttuazioni di battito cardiaco, pressione arteriosa e temperatura corporea. È sconsigliato praticare attività fisica in tarda serata o di notte, per non rischiare di passare la nottata in bianco; si può fare un’eccezione solo per lo yoga o la meditazione, che invece favoriscono il rilassamento muscolare.

3: Prestare attenzione al cibo

Durante la sera è consigliabile evitare pasti troppo pesanti e difficili da digerire, e in generale conviene aspettare almeno due o tre ore dalla fine della cena prima di coricarsi. Un bicchiere di vino è concesso, ma sarebbe meglio evitare l’alcol del tutto, al pari della caffeina e delle bevande a base di caffeina.

Per conciliare il sonno, un bicchiere di latte caldo o una tisana d’erbe possono essere d’aiuto, in particolare quelle a base di melissa, camomilla e valeriana.

4: Creare una routine serale piacevole

Spegnete tablet, computer e smartphone almeno un’ora prima di andare a letto, o almeno utilizzate i filtri scuri e disabilitate le luci blu emesse dagli schermi. Per conciliare il riposo, fate qualcosa che vi aiuti a rilassarvi: leggete un buon libro, scrivete un diario, ascoltate un po’ di musica classica o magari praticate qualche esercizio di yoga leggero. Se ne sentite il bisogno, incorporate qualche minuto di meditazione nella vostra routine, soprattutto se siete ansiosi o particolarmente stressati.

5: Scegliere un materasso adatto alle proprie necessità

Sonno ristoratore con la giusta scelta del materasso

La vita media di un materasso si aggira intorno ai dieci anni, ma potrebbe ridursi di parecchio a seconda del vostro peso o di quello del vostro partner.

Un materasso vecchio non solo risulterà scomodo (rendendo così più difficile prendere sonno), ma vi regalerà anche un brutto mal di schiena che vi accompagnerà per le prime ore successive al risveglio.

Nel caso vi siate già accorti di questo problema, iniziate a cercare quali siano i migliori materassi per le vostre esigenze. Se vi piace muovervi molto durante il sonno, un materasso in lattice potrebbe sostenervi adeguatamente pur adattandosi al vostro corpo; se invece siete freddolosi e vi muovete poco, un materasso in memory foam vi aiuterebbe a mantenere dritta la colonna vertebrale, anche se dormite sul fianco. Infine, un materasso a molle insacchettate vi fornirà sostegno adeguato senza avvolgervi troppo, qualunque sia il vostro peso.

Se riuscite a trovare un negozio di fiducia vicino a casa vostra, potete andare a provare di persona quali sono i materassi più comodi, magari affidandovi ai consigli dei commessi; altrimenti, l’acquisto online può rappresentare una validissima alternativa.

Ti potrebbe interessare...

Altro in:Salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *