Il miele aiuta a combattere i batteri resistenti agli antibiotici

Lo dimostra uno studio australiano.

Miele contro batteri

Il miele potrebbe essere la vera arma contro i superbatteri antibiotico-resistenti. È quanto emerge da una ricerca dell’University of Technology di Sidney, capeggiata dalla microbiologa Mural Cokcetin. Secondo lo studio australiano i batteri e alcuni superbatteri vengono annientati dal miele.

Nonostante i batteri si stiano evolvendo sempre di più arrivando a resistere agli antibiotici e a minacciare di uccidere dieci milioni di persone entro il 2050, alcuni di loro non sono capaci di resistere alle proprietà medicinali del miele, nonostante esso sia una sostanza conosciuta da millenni.

I ricercatori australiani hanno condotto esperimenti con diversi tipi di batteri, di antibiotici e di miele e sono arrivati a dimostrare che nelle condizioni in cui i batteri svilupperebbero rapidamente la resistenza agli antibiotici non riescono invece a farlo se è presente del miele.

Ora la dottoressa Cokcetin e i suoi collaboratori stanno identificando le proprietà attive di oltre mille varietà di miele per individuare, in particolare, il contenuto di zucchero, i livelli di PH e la presenza di metilgliossale, ossia il composto che si forma naturalmente nel netterà del fiore di Manuka e che è responsabile delle particolari proprietà del miele derivato da tale fiore.

Inoltre il miele aiuta anche a rimarginare ferite croniche e a rafforzare altri batteri, quelli “buoni”, che si trovano nell’intestino.

Prev Selfie? No, grazie! Le donne preferiscono le immagini spontanee
Next Borse Tommy Hilfiger: la Camera Bag a tracolla per l’autunno-inverno 2017-18

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!