Il progetto t.riciclo: vestitini usati anche per i bambini più chic

Anche le persone più schizzinose si possono rivolgere all’usato.


In tempo di crisi il riciclo è molto gettonato da tutti, anche dai più abbienti, soprattutto nel settore dell’abbigliamento per bambini: i bimbi, si sa, crescono in fretta e ogni vestitino viene indossato pochissime volte. Non c’è niente di male, dunque, a cercare di risparmiare acquistando abitini usati, soprattutto quando sono in ottime condizioni e si trovano in un ambiente molto chic.

Il progetto t.riciclo consente di acquistare vestiti usati per bambini in negozi che sono delle vere e proprie boutique e per le quali è stata addirittura creata appositamente una fragranza deliziosa che si sente in tutto lo store.

Le mamme che portano in conto vendita e i capi e le attrezzature che i loro bambini non usano più ottengono poi, all’atto della vendita, il 45% del prezzo stabilito in precedenza. Gli articoli vengono venduti in media al 50% del costo originario. Dopo 60 giorni il prezzo subisce un ulteriore ribasso e se dopo 90 giorni sono ancora invenduti vengono restituiti o donati a un ente benefico, in base alla decisione dei proprietari.

Nel Nord Italia ci sono già 12 punti vendita t.riciclo tra Treviso, Padova, Torino, Milano, Trento, Montebelluna, Arzignano, Conegliano, Parma, San Donà di Piave e Bergamo. In primavera sarà aperto un nuovo store a Roma.

In nove mesi t.riciclo ha rimborsato fornitori privati per oltre 500mila euro. Certamente un ottimo modo di fare affari in questo periodo, non a caso il progetto r.riciclo è stato considerato la migliore idea di franchising nel mondo nel 2012.
E per i più esigenti, che vogliono risparmiare, ma non vogliono assolutamente capi usati, t.riciclo ha creato due linee di abbigliamento realizzate con esuberi di produzione tessile e che sono dunque costituite da capi nuovi venduti al prezzo dell’usato di marca.

Oltre ai vestiti, da t.riciclo si trovano anche carrozzine e passeggini, seggiolini auto, lettini da viaggio e da cameretta. Ovviamente sono tutti puliti, omologati e senza usure o danneggiamenti.

Tutti i particolari su www.triciclo.biz

Prev Le borse Chanel Lego per la primavera-estate 2013
Next Chi è in leggero sovrappeso è più longevo

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!