La Michelle Bag by Guccio Gucci in onore di Michelle Obama

Due modelli per festeggiare la First Lady tanto amata in tutto il mondo.

Michelle Obama è un’icona di stile sui generis: nonostante non abbia un fisico perfetto come Kate Middleton né un passato da modella come Carla Bruni, riscuote la simpatia di tantissime donne che la ammirano per la sua determinazione e la sua intelligenza. Michelle Obama, avvocato di successo e First Lady al fianco di Barak, riconfermato per altri quattro anni alla Casa Bianca, piace perché nonostante tutto è una donna semplice ed è stato apprezzatissimo il fatto che per la vittoria del marito abbia scelto un vestito già indossato in precedenza, dando un messaggio positivo in un periodo di crisi.

In suo onore Guccio Gucci, ultimo discendente della Maison fiorentina, direttore creativo di To be G, ha creato la Michelle Bag, una borsa in nappa di colore rosso con un giglio liberty al centro. La borsa è disponibile in due versioni: una tracolla e una clutch.

Il giglio sulla Michelle Bag non è solo il simbolo di Gucci, ma anche un augurio per un rapida ripresa dell’economia americana e mondiale.

Non è la prima volta che la famiglia Gucci trova una connessione con una First Lady americana, basti pensare alla famosa Jackie-O, la borsa tanto amata da Jackie Kennedy, vedova di John Fitzgerald risposatasi con l’armatore Onassis. Jackie Kennedy contribuì talmente tanto al successo di quella borsa Gucci con cui veniva sempre fotografata che ora quell’accessorio è ricordato con il suo nome.

Questa volta il riferimento a Michelle Obama è esplicito fin dall’inizio.

Prev L'Oréal Paris sceglie Julianne Moore come testimonial di Renaissance Cellulaire
Next Manicure e pedicure: attenzione al rischio epatite C

4 Comments

  1. Ciao, To be G non ha niente a che fare con la maison Gucci, se non un lontano rapporto di parentela col fondatore, come avete specificato nel testo. Il titolo dell’articolo è un po’ ingannevole, mi sembrerebbe più appropriato scrivere “La Michelle Bag by To be G”

    Reply
  2. Mi son permessa di commentare perché seguo questo blog e lo trovo molto carino ma questa volta c’era qualcosa che non andava! Ciao e grazie per la risposta!

    Reply

Leave a Comment