Les éclairs Fauchon eredi dei macarons Ladurée?

Deliziosi bignè oblunghi ripieni di crema e con glassa decorata.

I macarons sono ormai famosi in tutto il mondo. La loro “esplosione” è da riportare all’uscita del film Marie Antoinette di Sofia Coppola, in cui i colorati dolcetti rubavano la scena agli attori.
Tutti conoscono i macarons e l’azienda che li ha “sdoganati” per prima, Ladurée, ora vanta collaborazioni con altri famosi brand, soprattutto nel campo della moda, con molti stilisti che hanno ideato le scatole delle edizioni speciali dei macarons.

Ma accanto ai pasticcini a base di meringhe, un altro dolce francese, ma anch’esso diffuso in tutto il mondo, si fa strada alla ricerca del successo che ha consentito ai macarons di andare ben oltre il settore pasticceria: si tratta degli éclairs, dei bignè oblunghi ripieni di crema e ricoperti di glassa.

Come i macarons, anche gli éclairs hanno origini lontane e non sono stati di certo inventati dalle aziende che hanno legato il loro nome a queste delizie. Probabilmente è stato lo chef Marie-Antoine Carême a crearli la prima volta all’inizio dell’800. Il nome, che significa “lampo”, deriva dal fatto che si mangiano in un attimo.

Fauchon li propone ricoperti di glasse colorate e divertenti, come quella dedicata alla Gioconda o quella che ritrae Brigitte Bardot.

Gli éclairs sono fatti di pasta choux, che si ottiene con acqua, burro, sale portati a ebollizione a cui va aggiunta la farina setacciata. Il composto va poi cotto mescolandolo fino a quando diventa compatto, a quel punto lo si lascia riposare qualche minuto e si aggiungono le uova. La forma oblunga si ottiene utilizzando un sac à poche grazie al quale il composto viene messo sulla teglia con la carta-forno. Dopo una cottura di un quarto d’ora nel forno a 230°, con una siringa si farciscono gli éclair con la crema pasticcera e li si decora con la glassa a piacimento.

Gli eclairs classici hanno ripieno e glassa dello stesso gusto, per esempio crema al cioccolato e glassa al cioccolato, ma ormai i pasticceri si sbizzarriscono nel creare glasse molto originali perché anche l’occhio vuole la sua parte!

Nella gallery alcuni deliziosi éclairs che trovate nella pagina Pinterest di Fauchon.

Leggi anche:
Macarons Pure Colors, gli smalti Estée Lauder dedicati ai dolci Ladurée
Le Marquis de Ladurée, il brand interamente dedicato al cioccolato
Macarons Ladurée nella scatola Lanvin in edizione limitata
Crystal Macaron Pillbox di Judith Leiber: colore, dolcezza e lusso
Macarons Ladurée: ecco quattro scatole anni ’70 da collezionare

Prev Essence e OPI si ispirano al film "Il Grande e Potente Oz"
Next San Valentino 2013: il bracciale Dodo con un messaggio d'amore

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!