Macef 2013: le collezioni Love Therapy e Willow for Weissestal

Gli oggetti di design per la casa nati dalla collaborazione di Weissestal con Elio Fioucci e Filippo Bruno.

Weissestal, azienda leader nella produzione di prodotti per la tavola e complementi d’arredo, è presente al Macef 2013 con due bellissime collezioni nate dalle collaborazioni che il brand tedesco ha avviato con Elio Fiorucci e Filippo Bruno in arte Willow.

Creatività, colore, forme allegre e divertenti sono i segreti della collezione disegnata da Elio Fiorucci for Weissestal. Un assortimento di vetri firmati Love Therapy dedicata all’estate e all’aria aperta per circondarsi ogni giorno di cose belle e originali, per ricevere gli amici con una cascata di colori e rendere ogni occasione sempre un po’ speciale. Una collezione fresca e vivace realizzata interamente da vetrai italiani.

Willow for Weissestal, invece, è una linea in continua trasformazione, come le idee creative dell’artista Filippo Bruno: frutto di un’attenta analisi dei bisogni dei consumatori più giovani, cui è dedicata una maggiore attenzione al rapporto qualità-prezzo, senza però perdere di vista i trend stilistici, il design e gli stimoli che continuamente arrivano anche dal mondo della moda.

Nello studio della collezione Willow for Weissestal è stata messa a punto una scelta di prodotti che va dal complemento d’arredo (vasi e lampade), oggettistica varia in vetro ed in porcellana, fino alla cucina con i servizi per la prima colazione, arricchiti nel 2013 dalle coppette per cereali e i vetri per le bibite, bicchieri, vassoi e caraffe. Una linea tipicamente estiva per godere e gioire della bella stagione con gli amici.

Sabato 26 gennaio, dalle ore 10 alle ore 16, ci sarà il Live Painting Show di  Willow per Weissestal, presso il padiglione 1, stand n. 21 del del Macef.

Nella fotogallery in apertura potete vedere alcuni dei prodotti più belli di queste collezioni.

Prev Sephora e Wolford insieme il 12 febbraio 2013 a Milano per rendere tutte irresistibili!
Next Cake design: il libro "Confetti" di Fiorella Balzamo sulla micro-decorazione

1 Comment

Leave a Comment