Mangiare risparmiando: semplici trucchi per ricette sfiziose

Tre piatti deliziosi, facili ed economici: frittata di pasta al forno, canederli agli spinaci, bollito ripassato.

Care amanti dell’arte culinaria sentite la pressione del vostro uomo che vi invita a spendere meno in vestiti e trucchi? Bene, sbalorditelo risparmiando in un campo a voi amico: la cucina.
Lui sarà contento di assaporare pietanze nuove e voi avrete messo qualche soldino da parte da poter poi investire in quello che più vi piace!

È attuale un’indagine Coldiretti-swg che evidenzia che ben il 57% degli italiani ha ridotto lo spreco di cibo a causa della crisi che ha invaso il Paese, di questi il 24% lo fa utilizzando il piatto che avanza per il pasto successivo. È proprio in questo senso che con delle piccole accortezze potrete mangiare risparmiando.

Per preparare un ottimo pranzo non è indispensabile spendere una fortuna in ingredienti particolari, basta un po’ di fantasia e capacità per preparare gustosi piatti in grado di soddisfare i propri commensali. Cucinare con  avanzi  è una sfida per tutti quelli che si dilettano ai fornelli e allora ecco una serie di consigli facili, e nella maggior parte dei casi molto pratici, per non buttare via pasta, riso, carne, verdura e pane.

Frittata di pasta al forno

Difficoltà: media
Tempo di preparazione: 30minuti

Ingredienti per 2 persone:
– Pastasciutta avanzata (100g)
– 3 uova
– I cucchiaio di erba cipollina
– I cucchiaio di olio d’oliva
– Sale a gradimento

La frittata di pasta è una ricetta tradizionale della cucina italiana. Una facile variante è farla al forno. La ricetta può essere realizzata con qualunque tipo di pastasciutta avanzata.
Aggiungere alla pasta i tre rossi delle uova e l’erba cipollina. Regolare di sale e mescolare accuratamente.  Preriscaldare il forno a 200°C. Nel frattempo battere i bianchi a neve. Ungere una piccola tortiera con l’olio. Aggiungere alla pasta i bianchi e mescolare con un cucchiaio di legno, con molta delicatezza, dal basso verso l’alto amalgamando i vari ingredienti. Versare il composto nella tortiera, livellarlo e metterlo in forno per circa 20 minuti, vi accorgerete che la frittata è pronta quando avrà un bel colore dorato in superficie. Non aprire il forno durante la cottura per evitare che la frittata si sgonfi.

Canederli agli spinaci

Difficoltà: media
Tempo di preparazione: 1 ora

Ingredienti per 6 persone:
– 500 g  di pane bianco raffermo
– 1 kg di spinaci
– 50 g di burro
– 70 g di cipolla
– 1 spicchio di aglio
– 3 uova
– 50 g di farina
– 100 g di pane grattugiato
– 2 bicchieri di latte
– Noce moscata
– Sale
– Pepe
– Parmigiano grattugiato

È avanzato del pane? Proviamo a fare i canederli agli spinaci, gnocchi fatti col pane raffermo e spinaci. Deliziosi conditi con burro fuso e parmigiano grattugiato oppure con un semplice sugo di pomodoro. Tagliare il pane a dadini e ammollarlo nel latte tiepido. Nel frattempo lavare gli spinaci e cuocerli per circa 5 minuti in poca acqua. Scolarli, strizzarli e frullarli. In una pentola antiaderente far sciogliere una noce di burro e rosolare aglio e cipolla tritati, aggiungere il frullato di spinaci e farlo insaporire per qualche minuto. Far raffreddare il tutto e versarlo in una zuppiera. Aggiungere il pane strizzato, le uova, mescolando accuratamente, e poi ancora un pizzico di noce moscata, sale e pepe, il pane grattugiato e la farina, attraverso un colino. L’impasto deve risultare piuttosto consistente in modo da formare delle polpette di circa 5-6 cm di diametro; devono essere abbastanza grandi. Lessarle in abbondante acqua salata per circa 15 minuti e scolarle bene.
Condirli con il resto del burro, fuso e abbondante parmigiano grattugiato.

Il bollito ripassato

Difficoltà: facile
tempo di preparazione: 1 ora

Ingredienti per 4 persone
– 600 g di bollito
– 50 g di cipolla
– 200 g di polpa di pomodoro
– 1 foglia di alloro secco
– 1 cucchiaio di prezzemolo secco
– 1 cucchiaio di erba cipollina secca
– 3 cucchiai di olio d’oliva
– Sale
– Peperoncino in polvere o in un solo pezzo (facoltativo)

Con questa ricetta potete fare il bollito, utilizzare subito il brodo per risotti, cappelletti, agnolotti e consumare la carne, opportunamente conservata in frigorifero, uno o due giorni dopo.
In una casseruola da fondo antiaderente mettete la cipolla affettata finemente insieme all’olio d’oliva e alla foglia di alloro. Fate soffriggere su fiamma molto dolce e unite poi il pomodoro e il peperoncino (se piace). Regolate di sale, mescolate e fate riprendere il bollore. Dopo un minuto aggiungete la carne tagliata a fette non troppo spesse. Fate cuocere, a pentola semicoperta, fino a quando il liquido di cottura non si è ben ridotto e si è formato un intingolo spesso (10-15 minuti).
Un minuto prima di spegnere il fornello aggiungete le erbe aromatiche. Mescolate lentamente.
Incoperchiate ancora e completate la cottura.

Buon appetito amiche e mi raccomando… acqua in bocca!!!

Prev Influenza: poche mosse per liberarsene
Next Come superare la tentazione del tradimento

2 Comments

Leave a Comment