Mariah Carey testimonial contro l’obesità per l’American Heart Association

La cantante ha perso 14 kg dopo il parto gemellare, mentre suo marito Nick Cannon ha avuto problemi ai reni.

Mentre l’autoritaria rivista scientifica Nature riporta in questi giorni la scoperta della proteina GPR120 quale causa scatenante dell’obesità, c’è chi ha prestato la propria immagine per combattere questa piaga che allarma l’intera comunità mondiale.
Si tratta di Mariah Carey che, grazie all’aiuto della dietista delle star Jenny Craig, ha visto l’ago della bilancia indietreggiare di ben 14 kg da quando, nell’aprile del 2011, ha dato alla luce due splendidi gemelli.

L’American Heart Association  l’ha voluta come protagonista di un video  girato per promuovere il “Mese americano del cuore”, con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi cardiaci connessi alla cattiva alimentazione.
Nello spot viene mostrata la percentuale di infarti causa di morte  ogni 34 secondi: “Iniziate a prendere seriamente il vostro cuore e la vostra salute” è lo slogan pronunciato da Mariah nel promo.

L’inversione di rotta della cantante si deve alla disavventura vissuta dal marito Nick Cannon, attore e speaker radiofonico, ricoverato d’urgenza per un’insufficienza renale: da qui la necessità di intraprendere uno stile di vita equilibrato e salutare.

Prima di lei, altre illustri testimonial come la first lady Michelle Obama, che ha promosso una campagna di sensibilizzazione contro l’obesità infantile, l’ex Spice Girl Mel B, che è la protagonista virtuale nel videogioco “Get Fit with Mel B.” e ultima Janet Jackson, che ha raccolto le sue paure e la sua sfida nel perdere 27  Kg nel libro “True You.

Prev L'iPhone 5 sarà come l'Apple Magic Mouse? Un designer italiano lo immagina così
Next Le medagliette del Piccolo Principe per grandi e piccini

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!