McDonald’s: la campagna su Twitter gli si ritorce contro

McDonald’s prova a sfruttare Twitter per farsi pubblicità, ma gli utenti raccontano aneddoti imbarazzanti per l’azienda.

Ormai molte aziende provano a sfruttare i social network per farsi pubblicità. Oltre a Facebook, ormai Twitter sta spopolando e i brand provano a entrare con il loro nome nei trend topic per rafforzare la propria notorietà.

Alcuni marchi ricorrono alla sponsorizzazione: pagano e sono immediatamente visibili nei trend topic, ma con affianco l’avviso che si tratta di una pubblicità. Altri, invece, cercano di lanciare un hashtag sperando che gli utenti lo colgano e lo utilizzino fino a farlo diventare un trend topic vero e proprio.
Qualche giorno fa, per esempio, Sky ha lanciato il TT #twittaserie che ha avuto un buon successo, grazie anche al coinvolgimento di alcuni vip che lavorano per la rete di Murdoch: il compito consisteva nel riassumere in soli 140 caratteri la trama di una serie tv. Sono venuti fuori dei tweet davvero esilaranti.

Molto meno bene è andata invece a McDonald’s, che ha lanciato l’hashtag #McDStories chiedendo agli utenti di raccontare una di quelle belle storie che “succedono solo da McDonald’s”, proprio come avviene negli spot pubblicitari. Peccato, però, che gli utenti, invece di parlare di famiglie allegre, bambini divertiti e fidanzatini innamorati, abbiano tirato fuori degli aneddoti davvero imbarazzanti per l’azienda: c’è chi ha raccontato di aver visto topi nel ristorante, chi di aver trovato un’unghia finta nelle patatine e chi ha percepito cattivi odori. Anche questo succede da McDonald’s ed è meglio andarci piano con gli hashtag…

Prev Elizabeth Street, l'App per mamme fashion
Next Bon ton? Macché! Mangiare con le mani non è mai stato così chic

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment