Millennial Pink: le sfumature di rosa per arredamento e home decor

Per i giornali americani e britannici è il vero colore del momento.

Millennial Pink - The Grand Budapest Hotel

È stato definito Millennial Pink ed è il colore del momento, anche se, come ammette lo stesso The Guardian che lo ha definito tale, in realtà è un colore senza tempo. Anche il New York Magazine ne ha parlato diffusamente e non lo si poteva trascurare, visto che l’ha fatta da padrone sulle passerelle, anche più del greenery, il colore Pantone dell’anno che in realtà, a metà 2017, si può già considerare superato.

Il Millennial Pink è un simbolo della generazione di cui porta il nome, è rilassante ed un colore che si adatta bene a entrambi i generi, sebbene sia stato sempre considerato prettamente femminile. Proprio perché annulla le differenze di genere, è perfetto anche per l’arredamento e l’home decor.

Divani e vasi, lavabi e piatti, tutto in versione Millennial Pink riesce a diventare allo stesso tempo vintage e moderno, sobrio ed esuberante. È un colore che riesce a dare luce agli ambienti, ma una luce particolare, quella di un particolare orario dei tramonti tropicali.

Non si può parlare di un colore unico e definito, tanto che non c’è un vero e proprio corrispondente Pantone, ma è una serie di sfumature del rosa, potrebbe coprire uno spettro che va dal rosa cipria al violetto, passando per il color carne e il color salmone. Tutto è partito nel 2014, quando Wes Anderson, nel suo Grand Budapest Hotel, ha utilizzato sfumature di rosa per la costruzione che è al centro del film e ha riproposto il colore in numerose scene del lungometraggio.

Case di moda del calibro di Marc Jacobs, Gucci, Céline o Balenciaga hanno introdotto il colore nelle proprie collezioni, rendendolo infine un must per l’anno in corso, ma probabilmente è un colore destinato a durare.

Ecco nella fotogallery qualche proposta per l’arredo e l’home decor.

Prev Tende a rullo Resstende: la nuova collezione Armonia
Next Napoli Pizza Village 2017: sul Lungomare Caracciolo dal 17 al 25 giugno

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!