Non tutta l’ansia vien per nuocere: esiste anche quella positiva

Ansia positiva

I disturbi d’ansia sono tra le nevrosi più diffuse e nei casi più gravi sono molto pericolosi perché possono provocare l’insorgere di malattie cardiovascolari. Tuttavia uno studio di un team di ricercatori della Technical University di Monaco, in Germania, pubblicato su “Clinical Research in Cardiology”, ha evidenziato che c’è un caso in cui l’ansia è positiva al punto da poterci salvare la vita. Succede nel momento di un infarto.

Infatti lo studio si è concentrato su 619 pazienti colpiti da infarto miocardico ai quali sono state fatte domande sull’ora di entrata in ospedale e uscita dall’unità di terapia intensiva e altre richieste sul decorso della malattia.

Il 12% dei pazienti intervistati aveva un disturbo d’ansia e proprio tra di essi c’era stata una reazione più rapida all’infarto. Le donne ansiose avevano raggiunto l’ospedale due ore prima rispetto a quelle che, invece, non avevano alcun disturbo dell’ansia, mentre gli uomini sono arrivati 48 minuti prima. La scienza dice che ogni mezz’ora è cruciale per sopravvivere a un infarto e dunque l’ansia può essere un’alleata per riuscire a reagire con prontezza all’infarto e salvarsi.

Prev Mal di schiena: cause comuni e consigli per migliorare la situazione
Next Da Lady Bird a Quello che non so di lei, i film da non perdere al cinema

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment