Olimpiadi Londra 2012: tra gli atleti italiani il 43,5% sono donne

La più alta percentuale rosa di sempre. Valentina Vezzali è la portabandiera.


Per la quarta volta, nella storia dell’Italia alle Olimpiadi, la portabandiera azzurra è una donna, Valentina Vezzali. Prima di lei avevano avuto questo onore la sua compagna di squadra, la schermitrice Giovanna Trillini nel 1996 ad Altlanta, prima ancora la mitica saltatrice in alto Sara Simeoni a Los Angeles nel 1984 e la prima in assoluto è stata la ginnasta Miranda Cicognani a Helsinki nel 1952, che aveva appena 16 anni.

Il 1952 potremmo definirlo un anno di svolta nello sport italiano, perché anche ai Giochi invernali la portabandiera azzurra fu una donna, Maria Grazia Marchelli, sciatrice alpina.

A Londra 2012 la delegazione azzurra non è molto numerosa, se consideriamo che nelle ultime cinque precedenti edizioni (da Barcellona a Pechino), il numero di atleti azzurri ha sempre superato abbondantemente le 300 unità. Questa volta ci fermiamo invece a 292 (mancano alcune squadre importanti, come quelle di calcio, sia maschile sia femminile, e quella di basket), ma la buona notizia è che abbiamo la più alta percentuale di presenze femminili nella nostra storia.

Dei 292 atleti italiani arrivati in questi giorni a Londra, infatti, il 43,5% sono donne, capitanate, ovviamente, dalla portabandiera Valentina Vezzali e da altre veterane come la canoista Josefa Idem che, a 47 anni, è alla sua ottava Olimpiade. Le prime due le ha disputate vestendo i colori della sua nazione di origine, la Germania.

Tra tutte le ragazze che stanno partecipando ai Giochi Olimpici di Londra 2012, 16 sono sposate e 8 di loro sono madri, mentre tra gli uomini gli sposati sono 26 (c’è anche un separato) e i papà sono 12.

Sono in molte le atlete che possono regalarci emozioni da pelle d’oca, dalle già citate Valentina Vezzali e Josefa Idem all’attesissima nuotatrice Federica Pellegrini e le sue compagne di squadra, passando per la nazionale di pallavolo, che negli ultimi anni è diventata molto forte ma non ha mai centrato il podio olimpico. Da non perdere poi le nostre ginnaste, il setterosa (nazionale di pallanuoto), la velista Alessandra Sensini, le ragazze della scherma, Tania Cagnotto e Francesca Dallapè impegnate nei tuffi, le nostre fortissime tenniste e tutte le sorprese che queste Olimpiadi ci riserveranno.

Prev Dolce & Gabbana bambino: Bianca Balti ed Enrique Palacios nel catalogo
Next I bracciali Composable Nomination dedicati alle Olimpiadi di Londra 2012

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment