Pasta frolla: varianti, trucchi e impasto vegan

Pasta frolla con impasto vegan

La pasta frolla è la base di innumerevoli ricette dolci e salate. Si tratta della pasta croccante e friabile, oleosa e profumata, con cui si crea il fondo di diverse ricette sia dolci che salate.

Gran parte della riuscita delle ricette dipende dal fondo: se è troppo spesso toglie sapore al dolce, se troppo sottile non sostiene il ripieno e se impastato male rischia di bruciare o rimanere crudo all’interno.

Proprio per questa difficoltà, questi dolci celebri vengono a volte preparati con la scorciatoia del fondo “crumble”. Il fondo crumble, cioè letteralmente il “fondo di briciole” consiste nel macinare biscotti di tipo Digestive con un po’ d’olio, per poi pressare il mix che si ottiene sul fondo della teglia. I vantaggi sono che non richiede cottura ed è rapido da preparare. Gli svantaggi, invece, sono che il fondo crumble può risultare troppo asciutto e friabile e che l’utilizzo di biscotti industriali tradisce sia la ricetta originale, che lo spirito del “dolce fatto in casa”.

Per preparare la pasta frolla, online è possibile trovare innumerevoli ricette, tutte sostanzialmente a base di farina, zucchero, burro e uova, a cui si aggiunge più o meno sale e una scorza di limone grattugiata per aromatizzare.

Per una pasta frolla che riesca bene, qualsiasi sia la ricetta che sceglierete di seguire, ricordate di seguire i seguenti accorgimenti:
● è necessario rispettare la proporzione tra gli ingredienti;
● è opportuno avere le mani fredde, e lavorare in modo energico, per evitare che l’impasto diventi appiccicoso;
● bisogna rispettare i tempi di riposo! La farina deve potersi bagnare in profondità, l’amido deve avere il tempo di sciogliersi e il glutine deve poter dare elasticità all’impasto.

Le ricette online non si contano, ma è importante capire la logica della preparazione per non commettere errori.

Per le persone intolleranti alle uova e ai latticini è possibile creare una variante che non preveda l’utilizzo di prodotti di derivazione animale come burro, uova, latte etc., la pasta frolla vegana. Per sostituire il burro potrete scegliere l’olio extravergine d’oliva oppure un olio dal sapore più delicato come l’olio di girasole, e al posto dello zucchero raffinato esistono alternative semplici, ma efficaci come il succo di mela concentrato.

Morbida e gustosa, questa preparazione base vi permetterà di preparare buonissime crostate, ma anche biscotti friabili, fagottini, mini cake di frutta, cestini e tante altre fantastiche ricette gustose.

Un piccolo consiglio: data la grandissima importanza della lavorazione dell’impasto, è bene prestare la massima cura nella lavorazione manuale della base. Come già accennato, servono mani fredde, movimenti decisi, una buona dose di resistenza e di confidenza col mattarello per stendere l’impasto.

Per evitare di rovinare l’impasto è possibile utilizzare un semplice mixer, che però, spesso, non è tarato per una lavorazione a freddo come quella richiesta dalla pasta frolla. L’ideale è l’utilizzo di un’impastatrice professionale, ovvero il robot da cucina più veloce per ottenere un impasto uniforme.

Il suo speciale e duplice movimento fa sì che le fruste che si innestano sul braccio meccanico raggiungano ogni punto della ciotola. Per raggiungere una buona incordatura bastano due piccoli accorgimenti: impastare alla minima velocità e spegnere la macchina non appena la pasta si sia staccata naturalmente dalle pareti.

Insomma, ora che conoscete tutti i trucchetti del mestiere, non vi resta che sperimentare!

Prev Human Flow, i migranti raccontati da Ai Weiwei
Next Make-up sopracciglia: colore e definizione con Brow Plume Perfection

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!