Pulizie in casa: come farle con i bambini

Pulizie in casa con bambini

Dedicarsi alle faccende domestiche quando ci sono dei bambini in casa può diventare un compito più impegnativo del previsto: i piccoli, infatti, richiedono cure e attenzioni che spesso sono in contrasto con la pazienza necessaria per pulire da cima a fondo.

Come fare dunque? Il segreto consiste nell’organizzare ogni dettaglio in anticipo e in maniera minuziosa, pianificando ciò che si deve fare tenendo conto delle tempistiche richieste. Per esempio, si può stabilire che per riordinare la camera dei bimbi non si dovranno spendere più di quindici minuti, che alla pulizia dei sanitari dovranno essere dedicati trenta minuti, che per spolverare il salotto saranno sufficienti cinque minuti e che per passare la scopa in tutte le stanze si impiegherà un quarto d’ora. Tenendo conto di queste cadenze, sarà possibile monitorare i piccoli a distanza, evitando che si avvicinino ai detersivi o ad altre sostanze potenzialmente pericolose.

Certo è che prima di tutto bisogna fare ordine, e non solo nella camera dei bambini: i piccoli sono dei vari e propri disastri, capaci di rendere disordinata una stanza in pochi secondi, ma a volte anche noi grandi non siamo da meno. Quante volte in salotto capita di trovare chiavi, telecomandi, giornali e documenti sparsi in ogni dove? E fin quando si tratta di oggetti “innocui” non ci sono problemi: le difficoltà, però, iniziano nel momento in cui si ha a che fare con posacenere pesanti, con medicinali lasciati a portata di mano, e così via. Un po’ di pulizia è indispensabile, insomma, per impedire che i bambini si mettano nei guai.

A questo proposito, sarebbe meglio mettere in cameretta dei contenitori di plastica al cui interno tenere i giocattoli, ma anche i pennarelli per colorare e i pastelli. Un copriletto o un vecchio lenzuolo possono essere usati per togliere la polvere: volendo, si può pensare di coinvolgere anche i bambini più grandicelli in questa attività. I piccoli si potrebbero sentire orgogliosi di aiutare la mamma e, al tempo stesso, di prendersi cura della propria stanza, come se fossero già adulti: per loro tutto questo potrebbe essere un gioco divertente e utile al tempo stesso.

I piccoli, però, dovrebbero stare alla larga dal bagno, anche perché è qui che di solito si tengono i detersivi, gli sgrassanti, la candeggina e così via: e se proprio si ha a che fare con delle piccole pesti, è meglio dedicarsi alle pulizie usando solo prodotti non pericolosi, come aceto e acqua calda.

E se proprio si pensa di essere in difficoltà o di non avere tempo per dedicarsi alle faccende domestiche come si vorrebbe, non c’è altro da fare che rivolgersi ad una delle diverse ditte specializzate in pulizie e servizi per vedere soddisfatte le proprie esigenze con professionalità. Pulizie civili Milano, Bergamo, Torino, Roma: indipendentemente dal posto in cui vi trovate, care mamme lavoratrici, la pulizia della vostra villetta o del vostro appartamento sarà solo un piacevole ricordo che vi consentiranno di godere al meglio delle meritate ore di relax in famiglia.

Prev Asilo nido, come sceglierlo?
Next 40 sono i nuovi 20, la vostra nuova rom-com preferita

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!