Reebok X Haring: le sneaker che reinterpretano le opere di Keith Haring

Sei dei modelli più celebri di scarpe Reebok “vestono” le opere del famoso street artist.

Accessibilità, design e creatività sono le tre parole d’ordine della collaborazione tra Reebok e la Fondazione Keith Haring.

Attraverso alcuni dei più amati e diffusi modelli della scarpe Reebok Classic vengono reinterpretate le opere dello street artist morto nel 1990, poco prima di compiere 32 anni.

Classic Leather, Ex-o-Fit Plus, NPC II, Workout Plus, Classic Leather Mid e Freestyle sono i sei modelli lanciati da Reebok negli anni ’80 e poi successivamente riadattati ai tempi e alle mode e che da febbraio saranno in vendita (con prezzi a partire dai 100 euro) in una veste davvero originale, colorata e unica.

Moda e arte si fondono e così, le scarpe Reebok “vestono” alcune delle opere più famose di Keith Haring, come Antic Everyman, Barking Dog e Radiant Baby, che vengono reinterpretate e trasformate in dettagli decorativi per le scarpe.
Sulle Reebok sono infatti state applicate icone sagomate, elementi in ciniglia, underlays jacquard, ricami e serigrafie che rappresentano in maniera immediatamente riconoscibile le opere di Keith Haring.

I modelli di scarpe Reebok scelti per questo progetto sono proprio quelli più in voga negli anni in cui le opere di Haring vennero alla luce rendendolo noto in tutto il mondo.

Prev Cake design: il libro "Confetti" di Fiorella Balzamo sulla micro-decorazione
Next It-bag 2013: la borsa Lucinda di Trussardi

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment