Reoose: l’eco-store del riuso e del baratto asincrono

Il sito web attraverso cui si possono barattare oggetti e aiutare le Onlus.


Avete mai sentito parlare di “vendita gratuita”, “baratto asincrono” e della possibilità di “comprare gratis”? E della filosofia delle 3R: Riduzione dei rifiuti, Risparmio e Riciclo?

Ebbene, sono tutti temi alla base del progetto Reeose, un sito web (www.reoose.com) lanciato da poco meno di un anno che si basa sull’idea di dare una seconda vita ad oggetti ritenuti inutili (da chi li possiede) e tutto senza utilizzare i soldi.

Reeose, infatti, si basa su un sistema di crediti in base al quale tutti gli oggetti che hanno la stessa funzione valgono lo stesso numero di crediti indipendentemente dalla marca.

L’idea che sostengono i fondatori di Reeose è quella di favorire un consumo sostenibile e cioè di fare in modo che ognuno abbia in casa propria solo le cose che gli servono realmente e di cui ha davvero bisogno.

Il sito propone una sorta di baratto 2.0 ossia asincrono: un utente che vuole liberarsi di un oggetto che non gli serve ottiene in cambio dei crediti che può utilizzare per acquistare un altro oggetto che ritiene utile oppure per fare beneficenza verso una Onlus a sua scelta tra quelle proposte. Il tutto senza mai usare veri soldi.

Reeose è nato dalla mente di Luca Leoni e sua moglie Irina mentre facevano una romantica passeggiata per le vie di Amsterdam e pensavano alla loro disavventura con un materasso di cui volevano sbarazzarsi e che alla fine, nuovo, è finito in discarica.

Ma ecco che nel video proprio i fondatori di Reeose ci spiegano, a modo loro, come è nata l’idea del sito e come funziona.

Prev Raddrizzare il naso senza chirurgo: dal Giappone un'idea low cost
Next Lush lancia le linee make-up Emotional Brilliance e Desert Island

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment