Ricette per dolci di Pasqua: la “panaredda”, l’agnello e il pesce di pasta di mandorla

I dolci auguri di Pasqua dalla nostra Lucia D.P. con le sue ricette della tradizione pugliese.

Panaredda Pasquale

La “panaredda” è uno dei dolci più tipici della tradizione pasquale. Solitamente sono create per i bambini  si preparano di varie dimensioni  e a volte anche di forma diversa, come la campanella, il galletto o più tradizionalmente il cestino.

Gli ingredienti dell’impasto sono:
– 1kg di farina 00
– 270 g. di zucchero semolato
– 270 g. di strutto
– 1 uovo
– 15 g. di ammoniaca per dolci
– buccia grattugiata di 1 limone
– buccia grattugiata di 1 arancia
– succo di 1 arancia
– 1 busta di vanillina
– 1/2 bicchiere latte tiepido
– Per la decorazione: uova sode (tante quanti sono i biscotti che preparerete), 1 uovo sbattuto per lucidare.

Mescolate la farina con lo strutto, lo zucchero semolato e l’uovo; unite l’ammoniaca e mezzo bicchiere di latte, dovreste ottenere un composto omogeneo e consistente, somigliante alla frolla. Arrotolate l’impasto ottenuto nella pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per circa mezz’ora. Contemporaneamente bollite le uova necessarie per la decorazione e fatele raffreddare. Distendete la pasta ottenuta e ricavatene delle forme di colombe, fiori, cestini. Appoggiate su ciascuna di esse un uovo e fissatelo con 2 striscioline di pasta disposte a croce. Lucidate con qualche passata di uovo sbattuto. Infornate in forno già caldo a 200°C per 20 minuti, o fino a quando i bordi dei biscottoni non saranno dorati.

Agnello o Pesce di pasta di mandorle

Questa che leggerete ora è una ricetta tipica salentina di un dolce davvero buono ma ahimè ipercalorico…

Ecco a voi gli ingredienti:
– 600 gr di mandorle prima bollite e poi sbucciate
– 300 gr di zucchero
– 1 bustina di vanillina
– 1 bicchiere di Amaretto
– Per il ripieno: biscotti tipo savoiardi, amaretti sbriciolati, cioccolato nero tritato, 1 vasetto di marmellata d’arancia o cotognata, un bicchiere di caffè.

Bollite le mandorle in abbondante acqua e una volta temperate rimovete la buccia con un semplice movimento polpastrello pollice-indice. Aiutandovi con un tritatutto, sminuzzate le mandorle, aggiungendo nell’impasto lo zucchero, la vanillina e mezzo bicchiere di amaretto diluito con succo d’arancia o acqua. Fate distendere l’impasto per un paio d’ore nel frigo chiudendo il contenitore con della pellicola trasparente.

Per il ripieno tritate i savoiardi e gli amaretti e unite al composto il rimanente dell’amaretto. Svuotate il vasetto di marmellata all’arancia nel composto aggiungendo il caffè diluito con acqua e il cioccolato tritato.

Aiutandovi con il mattarello fate una sfoglia non troppo sottile di pasta di mandorle che riempirà la parte interna della forma che avete deciso. In seguito aggiungete al primo strato di sfoglia il ripieno che avevate in precedenza sistemato. Chiudete il ripieno con un altro strato di pasta di mandorle assicurandovi che i bordi del primo e del secondo strato siano perfettamente serrati.
Riponete lo stampo nel frigo e chiudetelo con della pellicola trasparente. Tempo un’ora e il dolce sarà pronto! Decoratelo aggiungendo dello zucchero a velo sulle “scaglie” ed un chicco di caffè per gli occhi.

Buon appetito e felice Pasqua a tutti!

Prev La Casa Bianca ora si può visitare online grazie a Google Art Project
Next City Summer edizione limitata: la collezione Kiko estate 2012

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!