Rubinetti FIMA Carlo Frattini: ecco SO, il mix perfetto di design e funzionalità

Rubinetti FIMA Carlo Frattini SO

L’azienda FIMA Carlo Frattini lancia un nuovo rubinetto a doppio comando che si chiama SO e rappresenta l’evoluzione del miscelatore dal twist contemporaneo. Le sue caratteristiche sono: eleganza formale, inedita modalità fruitiva, modularità compositiva, risparmio idrico.

SO è disegnato da Davide Vercelli ed è un prodotto che supera i limiti del classico miscelatore ed è studiato per assecondare una modalità d’uso che consente di scegliere in modo più efficace la quantità dell’acqua e la temperatura desiderata.

Rubinetto SO di FIMA Carlo FrattiniLa progettazione ha tenuto ampiamente conto delle abitudini di utilizzo, sull’ergonomia e sull’efficienza. Il rubinetto SO ha due commenti a rotazione, la cui funzione è ben identificata dalla dimensione e dalla posizione: a sinistra c’è la manopola più piccola e alta per regolare la temperatura e mantenerla preimpostata su quella desiderata, a destra c’è la manopola più grande e bassa per aprire e regolare il flusso.

Il comando è un cilindro a cui è stata asportata una porzione mediante una sezione con un piano parallelo alla generatrice, che presenta la parte finale leggermente bombata. La praticità in fase di apertura e chiusura del rubinetto rende SO un perfetto mix di design e funzionalità.

Si può giocare con gli abbinamenti cromatici e materici, scegliendo tra sei finiture galvaniche e due colori. Le sei finiture sono cromo, cromo nero, cromo nero spazzolato, nickel spazzolato, oro e oro spazzolato. I due colori sono bianco opaco e nero opaco. Questi colori possono essere scelti sia singolarmente, sia mixati per dare vita a uno stile unico. Per i comandi si aggiungono tre texture materiche: cemento grigio e due essenze di legno.

Abbiamo parlato anche di risparmio idrico: la canna del rubinetto, infatti, ha un diametro di 10 mm, che limita la portata di erogazione dell’acqua, ma ne fa passare quanta serve per le esigenze di utilizzo quotidiano.

Prev Dipendenza da smartphone? La soluzione è un “dumb-phone”!
Next Tè perfetto con l'acqua del rubinetto o quella minerale?

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Comment