Stamina e staminali del cordone: metodo controverso vs certezze scientifiche

Il metodo Stamina non deve essere confuso con la conservazione delle cellule staminali.

Differenze tra metodo Stamina e cellule staminali

Le cellule staminali sono un importante patrimonio biologico da preservare e attraverso questo articolo si vuole evidenziare l’importanza della sua conservazione, distinguendo nettamente questa pratica dal controverso metodo Stamina. L’attenzione mediatica dedicata al caso Stamina infatti potrebbe avere portato a confondere l’impiego delle staminali cordonali, che avviene a livello internazionale sulla base di approfonditi studi e accertamenti medici, con quello del discusso “metodo Stamina”.

Il trattamento con “metodo Stamina”, ideato da Davide Vannoni, è stato al centro di molti dibattiti: il procedimento si applica ai pazienti colpiti da malattie neurologiche attraverso l’infusione di cellule neuronali, derivate dalla manipolazione in laboratorio di staminali adulte. A questo trattamento sono legate una serie di problematiche scientifiche e legali che, invece, non coinvolgono le terapie con le cellule staminali provenienti dal cordone ombelicale, che sono eseguite in tutto il mondo dal 1988.

Aspetti scientifici

Attualmente, grazie a centinaia di sperimentazioni e di studi scientifici approfonditi, in più di 30mila trapianti sono state utilizzate le cellule staminali del cordone ombelicale.
Il percorso del “metodo Stamina” è stato invece molto più rapido nell’applicazione della terapia sull’uomo: tuttavia a sostegno dell’efficacia terapeutica di questo metodo non risultano pubblicazioni scientifiche, anzi, nella procedura stessa sono state evidenziate da più parti carenza di dati e omissioni.
Considerando le conoscenze disponibili fino a oggi sul “metodo Stamina”, questo trattamento non può essere considerato efficace o sicuro. I trapianti con cellule staminali cordonali, al contrario, hanno ottenuto il riconoscimento della comunità scientifica come trattamento valido per molte patologie.

Aspetti legali

Nei Paesi più avanzati del mondo i trapianti di cellule staminali del cordone ombelicale sono autorizzati per legge. Questo vale anche per l’Italia, dove il Ministero della Salute ha riconosciuto questa terapia di “attestata efficacia” per trattare oltre 80 patologie. Per sostenere le famiglie nella scelta di conservare questo patrimonio biologico di comprovata utilità la comunità europea ha decretato il diritto alla conservazione privata di staminali del cordone ombelicale, che l’Italia ha accolto regolamentando il rilascio dell’autorizzazione a esportare i campioni di sangue del cordone in biobanche all’estero.

Il “metodo Stamina” si trova a oggi in una situazione diversa: è infatti in corso un’indagine nei confronti di Davide Vannoni per somministrazione di farmaci potenzialmente pericolosi, tentata truffa ed esercizio abusivo della professione medica. Inoltre dall’anagrafe delle onlus è stata rimossa la Stamina Foundation (associazione fondata dal dottor Vannoni) per violazione delle norme per ottenere i requisiti di riconoscimento, carenze dello statuto e mancanza di personalità giuridica. Attualmente per l’applicazione dei trattamenti con “metodo Stamina” è necessaria l’autorizzazione giudiziaria, anche solo come cure compassionevoli.

Appare quindi evidente che l’impiego delle cellule staminali cordonali in medicina e i trattamenti effettuati con “metodo Stamina” sono due strade prive di qualsiasi punto di contatto. È dunque importante comprendere le differenze tra queste due strade per non correre ilr ischio di discriminare un’intero importante settore della medicina a causa del clamore mediatico dedicato ad un singolo metodo controverso.

Se si desidera approfondire il tema delle cellule staminali cordonali e della loro riconosciuta importanza visitate www.sorgente.com oppure chiamate allo 02 36705878.

Prev Skintone Perfector Mask di Herborist, pelle perfetta e radiosa
Next Make up primavera 2014: la nuova collezione BareMinerals è True Romantic

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!