I vini francesi Château de Crémat
Food

Vini francesi di qualità: Château de Crémat presenta le sue nuove annate 2019

I vini francesi Château de Crémat

Château de Crémat presenta le sue ultime cuvées di vini francesi rossi e bianchi, prodotti dalle vendemmie del 2019 e da poco imbottigliati. Le bottiglie hanno un’etichetta inedita, più moderna e minimalista. Tutti i vini prodotti presso lo Château de Crémat sono ottenuti con uve provenienti da agricoltura biologica. Il vigneto di Bellet si sviluppa su dei terreni siliceo-calcarei sulle alture di Nizza. Questo terreno, chiamato puddinga, è un suolo povero, che favorisce la maturazione lenta dei grappoli. Inoltre la brezza marina quotidiana permette di risanare la copertura vegetale.

Le due nuove annate che vedete in foto sono:

Château de Crémat Blanc – Annata 2019
AOP (DOC) Bellet
Rolle (95%), Chardonnay (5%).

È un vino dal colore giallo dai riflessi verdi e la sua consistenza fa intuire la ricchezza di aromi. All’olfatto i fiori bianchi si alternano agli agrumi, con un tocco di tè al gelsomino. Arieggiandolo, si possono percepire le note date dall’invecchiamento in botti demi-muid su uno sfondo di vaniglia del Madagascar. Al gusto il vino è ampio, si distingue la pera, il sambuco e l’acacia. Il tocco burroso è perfettamente bilanciato in finale dalla freschezza tipica della tenuta Bellet, che stempera il vino e i suoi profumi.
La vendemmia viene effettuata a mano, subisce il processo di raspatura e di pigiatura, a cui seguono il raffreddamento e poi la fermentazione alcolica a partire da 16° C. Una parte del raccolto viene vinificato e invecchiato in barrique di quercia.

Abbinamenti: branzino, pesto ai pistacchi, purè di pastinaca, tartare di tonno, avocado al wasabi.
Temperatura ideale: da 10°C a 12°C.
Prezzo: a partire da 23 euro.

Château de Crémat Rouge – Annata 2019
AOP (DOC) Bellet
Folle noire (70%), Grenache (30%).

È un vino dal colore vivo e brillante, di un rosso granato dai riflessi porpora. All’olfatto si distinguono aromi molto espressivi e floreali quali l’amarena, la viola e il ribes nero. Il vino si rivela in golosità ed eleganza. Al gusto il vitigno Folle Noire svela delle note floreali e di frutti di bosco aciduli (violetta, mora e ribes nero), con un accenno finale di spezie dolci e cacao.
La vendemmia viene effettuata a mano, subisce il processo di raspatura e di pigiatura, a cui seguono il raffreddamento e poi la fermentazione alcolica a partire da 18° C. L’invecchiamento avviene in botti a tronco di cono da 28 ettolitri e fusti da 500 litri.

Abbinamenti: controfiletto, barbabietole arrosto, ribes nero e mostarda di cipolle, macaron di lampone e violetta.
Temperatura ideale: da 16°C a 18°C
Prezzo: a partire da 23 euro.

Alain Valles, responsabile della tenuta del Château de Crémat, spiega: “L’annata 2019 si è svolta come da manuale, con una quantità di pioggia ideale, che ha permesso in primavera una fioritura omogenea e in estate di mantenere l’equilibrio idrico nei periodi più caldi. A settembre abbiamo osservato lo stato quasi perfetto di sanità dei frutti, con una buona maturazione, presupposto di un’annata d’eccezione”.

Ti potrebbe interessare...

Altro in:Food

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *